Bologna – Genoa, le pagelle 2019

0

Bologna 1 – 1 Genoa

Bologna

Skorupski 6: risponde presente quando chiamato in causa,attento e reattivo tra i pali;

Mbaye 5,5: fatica a trovare le contromisure su Kouamè;

Gonzalez 5,5: bravo nel gioco aereo ma Larager lo anticipa in occasione del pareggio;

Danilo 6: guida la difesa con autorità e va vicino al goal nel finale;

Mattiello 6: attento in difesa ma poco proposito sulla fascia;

Poli 6,5: mette corsa ed aggressività per tutta la partita, riuscendo a servire a Destro la palla del momentaneo vantaggio; (dal 76′ Dzemaili 6: ordinato e generoso nel tempo a disposizione);

Pulgar 5: non riesce a dettare il tempo della manovra dei suoi, rallentando il gioco e perdendo troppi palloni;

Soriano 6: dà equilibrio alla squadra mantenendo le distanze giuste tra i reparti;

Edera 6,5: mette in difficoltà la retroguardia avversaria con i suoi spunti e solo i riflessi di Radu gli togliono la soddisfazione del goal; (dal 70′ Sansone 6: vivacizza l’attacco bolognese nel finale di partita);

Destro 6,5: sfrutta al meglio l’occasione e torna al goal dopo un anno di astinenza; (dal 59′ Santander 6: si mette a disposizione dei compagni alla ricerca della vittoria);

Palacio 6,5: corre su tutto il fronte offensivo e nel finale è il più ispirato dei suoi.

Genoa

Radu 6,5: croce e delizia del grifone: colpevole sul goal di Destro si riscatta nella ripresa con un paio di interventi decisi;

Biraschi 5,5: fatica a leggere alcune situazioni di gioco, ma mette in campo la solita determinazione;

Gunter 5: più volte in difficoltà nel contrastare gli avversari;

Zukanovic 5,5: non perfetto su Destro, fatica a trovare i giusti sincronismi con Gunter;

Criscito 6: presente in entrambe le fasi di gioco e trova anche lo spazio per rendersi pericoloso;

Lerager 6,5: aggressivo, dinamico e presente in tutte le zone del campo, trova il goal del pareggio;

Radovanovic 6: abile nel schermare la difesa e far ripartire l’azione con la gisuta persolnalità;

Veloso 6: si piazza davanti alla difesa e detta i tempi di gioco, pericoloso con le conclusioni da fuori; (dal 79′ Bessa sv);

Lazovic 5,5: ha il merito di battere l’angolo da cui nasce il pareggio, ma fatica ad entrare in partita; (dal 83′ Pereira sv);

Sanabria 6: fa reparto da solo ed impegna Skorupski quando ne ha l’occasione;

Kouamé 6,5: disputa una partita generosa a servizio dei compagni, riuscendo a trovare comunque lo spazio per rendersi pericoloso; (dal 89′ Pezzella sv).

CONDIVIDI