Bologna – Inter: le pagelle 2017

0

Bologna – Inter 1-1

BOLOGNA

Mirante 6,5: difende con sicurezza e grande personalità la sua porta dalle insidie avversarie. Nulla può sul rigore calciato da Icardi. Ammonito al minuto 80.

Mbaye 5,5:ha giocato una buona partita. Concentrato e sicuro è riuscito a limitare gli avversari, ma sfortunato concede il rigore che poi porta all’ 1-1 finale.

Helander 6,5: se gli avversari non riusciti a penetrare in area, gran parte del merito va a lui e al compagno di difesa.

Gonzalez 6,5: ha giocato e lottato su ogni pallone con tutte le sue forze. Icardi e compagni sbattono contro un muro.

Masina 5,5: ottimo primo tempo nel quale si sovrappone con insistenza e qualità, nel secondo tempo poi cala la resistenza e viene saltato con più facilità.

Poli 6,5: assolutamente in partita, corre e recupera palloni su tutti i fronti regalandosi anche qualche bella giocata tecnica. Ammonito al minuto 20. (Dal 72′ Taider 6: minuti finali di gara giocati con concentrazione e determinazione. Tiene banco ai centrocampisti avversari.)

Pulgar 6: al contrario dei compagni di reparto, lui si limita al compitino. Non prende rischi e rimane spesso in posizione.

Donsah 6,5: partita di contributo alla squadra. Il suo rientro è stato fondamentale per l’equilibrio del centrocampo, infatti si inserisce e rientra con i tempi giusti. Ammonito al minuto 44.

Verdi 7,5: è lui l’uomo partita di stasera. Inizia subito bene scaldando le mani ad Handanovic e continuando a farlo fin quando non ha trovato anche un gran gol da fuori area. Gli avversari non riescono a fermarlo, mai.

Petkovic 6,5: a sorpresa parte titolare. Con la sua fisicità riesce a creare qualche grattacapo agli avversari, dimostrando di poter ottenere la fiducia del mister. Ammonito al minuto 77. (Dal 88′ Okwonkwo s.v.)

Di Francesco 6,5: anche lui come i compagni di reparto è una spina nel fianco per la difesa avversaria. Spazia da destra a sinistra senza dare punti di riferimento. ( Dal 74′ Palacio 6: anche lui ha giocato i minuti finali in modo preciso e con determinazione. Prova a farsi vedere in avanti in un paio di occasioni.)

INTER

Handanovic 6: subito richiamato all’attenzione dagli avversari risponde bene e con la solita qualità. Nulla può sul gol di Verdi.

D’Ambrosio 5,5: nel primo tempo soffre, e non poco, l’aggressività sulla fascia degli avversari, nel secondo tempo continua a soffrire, ma riesce a proporsi in attacco con più regolarità. Ammonito al minuto 30.

Skriniar 5,5: attento ma non troppo. Nel primo tempo poteva fare di più accorciando sul tiro da gol di Verdi e per tutta la partita ha subito la velocità degli avversari.

Miranda 6: Ha lottato con i denti contro Petkovic e la sua fisicità, ne esce incolume senza tanti problemi.

Nagatomo 5,5: i limiti di questo giocatore sono ormai chiari. Bene in alcune occasioni, ma spesso sbaglia le giocate semplici. Ammonito al minuto 90.

Vecino 5,5: non risponde bene ai comandi del mister e risulta troppo statico. Si iinserisce poco e si limita ai passaggi semplici.

Borja Valero 5,5: il giro palla non ha funzionato e lui qualche colpa ce l’ha. Statico e impreciso in varie occasioni. (Dal 86′ Gagliardini s.v.)

Candreva 6: uno dei migliori dell’Inter infatti è dalle sue parti che arrivano le azioni più pericolose dell’Inter. Vince il duello sulla fascia con gli avversari e tenta più volte il cross in mezzo ma con risultati scarsi. (Dal 80′ Brozovic s.v.)

Joao Mario 5: fuori dagli schemi, nei minuti iniziali spreca una buona occasione e poi nulla più, solo errori. (Dal 50′ Eder 6,5: entra e dopo un paio di azioni confuse, si trova nel posto giusto al momento giusto conquistando il rigore che ha portato al pareggio. Ammonito al minuto 86.)

Perisic 5,5:  non il Perisic a cui ci aveva abituati, anzi tutto l’opposto. Non riesce a saltare gli avversari e non trova il guizzo giusto per cambiare l’andazzo.

Icardi 6,5: questa sera non sono arrivati palloni giocabili dalle sue parti, ma quando ha avuto l’occasione dal dischetto non ha sbagliato.

CONDIVIDI