Chievo – Napoli, le pagelle 2019

0

Chievo – Napoli 1-3

CHIEVO

Sorrentino 5,5: non impeccabile sul gol di Milik, per il resto vive la solita giornata, abbandonato dalla sua difesa nei momenti chiave.

Depaoli 5,5: ci mette voglia ed impegno ma man mano che la squadra alza bandiera bianca lo fa anche lui. Uno degli ultimi a mollare però.

Cesar 6: da un lato offre una prova difensiva degna, tiene ma senza grossi picchi, il merito del trovare il gol però gli va riconosciuto.

Andreolli 5: la falsa riga è quella, giocatore che stenta a trovare una sua dimensione e quindi a dare sostanza alle sue prestazioni.

Barba 5,5: è tenace, il segno è che stia ritrovando pian piano una forma fisica sufficiente ma i livelli di Empoli sono ancora lungi da venire.

Vignato 5,5: la voglia e la qualità ci sarebbero pure ma il ragazzo deve scrollarsi di dosso la timidezza dell’età, gara incerta (dal 66′ Leris 5: entra e riesce a non farsi notare quasi per nulla, il Chievo però era uscito dal campo).

Dioussé 5: prova a fare da schermo davanti alla difesa ma finisce per fare il trottolino nel gioco di possesso del Napoli, colpe non solo sue.

Hetemaj 5: prova a fare da collante tra centro ed esterno del suo lato ma solo a tratti è efficiente come vorrebbe, prova a non demordere.

Giaccherini 5: poche idee ma anche ben confuse, quando deve pressare ha una sua utilità, poi a palla recuperata alza la testa e non trova mai la via.

Meggiorini 5: il merito di tener alta la squadra c’è ma si affievolisce man mano che la gara va avanti (dal 68′ Grubac 5,5: esordio vivace almeno nei primi 10′ del giovane montenegrino).

Stepinski 5: come per Meggiorini, prova a tener su la guardia ma alla fine come i compagni alza bandiera bianca (dall’85’ Kiyine s.v.).

NAPOLI

Ospina 6: alla fine sul gol è impossibilitato a reagire, la palla è distante dalla sua possibilità. Per il resto è spettatore, poche azioni degne di nota.

Hysaj 5,5: non soffre ma del resto dalla sua il Chievo non arriva mai, prova a dare qualità alle sue giocate ma non ci riesce e si confonde troppo facilmente.

Chiriches 6: parte bene, conclude con qualche incertezza, prova di alti e bassi per il rumeno che però sta ritrovando condizione e minutaggio.

Koulibaly 7,5: non aveva mai trovato la rete, ora una doppietta, un premio ad una buona stagione in una gara però con pochi sussulti.

Ghoulam 6: spinge e si impegna non sempre però riesce a rendere efficaci le sue giocate sebbene arrivi spesso ma le sue imbeccate sono utili.

Callejon 6: meglio nella seconda frazione quando il Chievo cede spazio e profondità, lo spagnolo se la prende e per poco non trova la via della rete.

Zielinski 6: a corrente alternata, il dialogo con Ruiz non è sempre fluido ma sembra il più determinato dei due, sebbene poi non faccia tanto meglio.

Ruiz 6: non una gara eccezionale, anzi, a tratti pare svolgere il compitino in mezzo al campo, sull’esterno pare avere le idee più chiare ma non troppo (dal 72′ Younes 6: entra bene, pare avere le idee chiare e precise, prova ad incidere ed innesca Callejon che spara su Sorrentino).

Insigne 5: inefficiente e quindi insufficiente, le idee al talentino azzurro non sono ben ordinate e finisce per essere molto fumo e poco arrosto (dal 66′ Allan 6: entra e si mette in mezzo al campo a ruotare palla attendendo la fine del match).

Mertens 5,5: come per Insigne anche lui fatica ad organizzare bene il dialogo, molte imprecisioni e scelte non sempre azzeccate (dall’81’ Verdi s.v.).

Milik 6,5: si muove e sbatte tanto nella prima frazione, soffre la solitudine a centro area anche perché piovono pochissimi palloni. Poi trova il gol più per testardaggine che per qualità.

CONDIVIDI