Consigli Fantacalcio 2018, gli Uomini Chiave: giornata 24

0
Uomini Chiave @ ICDF
Uomini Chiave @ ICDF

Chi è l’uomo giusto, l’uomo partita, l’uomo chiave? Eccoli! Coloro che cambieranno le sorti del match a proprio favore ed in meglio la vostra fantagiornata. Magari con un gol, un assist, un rigore parato o “semplicemente” giganteggiando in difesa. Noi, proviamo a darvi qualche dritta consigliandovi un giocatore a partita, che se avete in rosa, non potete fare altro che schierare durante questo turno.

Consigli Fantacalcio 2018, gli Uomini Chiave: giornata 24

Fiorentina – Juventus

Rivalità storica quella tra i viola e i bianco-neri, si gioca di venerdì sera al Franchi per via dei numerosi impegni che dovranno affrontare i campioni d’Italia nel mese di febbraio. Momento incerto quello dei padroni, che una volta rientrati dalla pausa hanno alternato buone e cattive prestazioni, senza trovare una continuità che avrebbe potuto insidiarli nella lotta all’Europa che attualmente dista 7 punti. La macchina perfetta di Allegri invece, non ha intenzione di fermarsi e come dimostrato con il Sassuolo, non avrà pietà per nessuno. Uomo chiave? Mario Mandzukic. Assente tra i tanti marcatori che hanno siglato nell’ultima gara vinta per 7-0. Il croato ha un particolare feeling con l’ambiente viola, infatti da quando veste la casacca bianco-nera ha già timbrato tre volte il cartellino, che si giochi al Franchi o allo Stadium non fa differenza, Mario ha spesso dimostrato di preferire i gol pesanti, che abbia tenuto il bonus in serbo per una trasferta così complicata? Noi ve l’abbiamo detto.

SPAL – Milan

Dopo lo scherzetto ai cugini nero-azzurri, gli uomini di Semplici sono pronti a sgambettare la compagine rosso-nera. Gattuso e i suoi però vivono un buon momento, l’ambiente è sereno e motivato. Due gli uomini chiave per l’occasione: Mirco Antenucci per i padroni, che ha dimostrato di esaltarsi nelle partite casalinghe, cliente scomodo per qualsiasi difesa, all’età di 33 anni, il numero 7 dei padroni sembra rivivere una nuova giovinezza, 6 gol e 6 assist all’attivo in stagione. Negli ospiti, Patrick Cutrone è il giocatore su cui vogliamo puntare. Cuore rosso-nero, pronto a sostituire un acciaccato Kalinic e ha dimostrare ancora una volta alla società che la soluzione era già in casa, vuole diventare un simbolo di questo nuovo Milan. Pronostico? 1-2.

Crotone – Atalanta

Ben 3 risultati utili consecutivi per i pitagorici che anche quest’anno proveranno a strappare una salvezza che appare alla portata se il trend continuerà ad essere quello degli ultimi tempi. La Dea ha dimostrato di essere una squadra matura e completa a dispetto della giovane età, in trasferta è diventata una sicurezza dove nelle ultime 5 uscite ha trovato la vittoria. Uomo chiave? Remo Freuler. Forse inaspettato, e meno considerato di altri nomi più altisonanti, ma il suo apporto alla manovra bergamasca risulta il più importante di tutti. La sua bravura nel recuperare i palloni e agire nell’ombra sono un elemento fondamentale nello scacchiere nero-azzurro. Spesso trova gol pesanti, e in una partita che potrebbe risultare bloccata, potrebbe essere proprio lui ad infiammare i suoi con una staffilata da fuori area.

Napoli – Lazio

Al San Paolo, la prima della classe riceve l’attuale medaglia di bronzo. Momento di flessione per gli ospiti che hanno perso le ultime due di campionato e sabato sera rischiano di trovare la terza. Vietato sbagliare per i partenopei che inseguono il sogno scudetto e proveranno a ripetere l’1-4 rifilato all’andata. L’accoppiata Insigne-Callejon è ciò che fa al caso nostro per questa settimana, i due, in caso di assenza del belga avranno la responsabilità di bucare gli ospiti per continuare a volare. Completamente recuperato il primo, in crescita e in buona condizione lo spagnolo. Gli uomini di Inzaghi hanno dimostrato più volte di soffrire i movimenti sulle ali, la chiave di svolta passerà dunque dalle loro giocate. Profumo di +4.

Sassuolo – Cagliari

Voce del verbo “dimenticare”, la prestazione di domenica ha evidenziato la poca voglia e grinta che ha la squadra di reagire, Iachini dovrà lavorare molto sotto l’aspetto mentale questa settimana. Noi proviamo ad affidare la palma di uomo chiave ad uno dei migliori difensori della scorsa stagione, Francesco Acerbi. Alti e bassi per il capitano morale dei nero-verdi, il cambio di modulo di inizio stagione lo ha messo in difficoltà, non riuscendo a guidare la difesa come fatto in precedenza. Il cambio di allenatore ha portato più serenità all’ambiente, ma i risultati faticano ancora ad arrivare. Ace compirà 30 anni proprio domani, ciò che gli chiediamo è di arginare come solo lui sa fare la punta avversaria (in questo caso, Pavoletti) e regalarci un voto da modificatore. Ciò che vorrà fare, sarà trascinare la squadra alla vittoria da campione. Primo bonus stagionale in arrivo?

Chievo – Genoa

Clivensi a caccia di punti preziosi per scappare dalla zona retrocessione che incombe, la vittoria manca dal 25 novembre. Gli ospiti a sorpresa hanno battuto la Lazio all’Olimpico nel posticipo dell’ultima giornata giocata, a riconferma del fatto che nonostante abbiano raccolto poco, se la possono giocare con chiunque. Servirà una prestazione corale convincente da parte degli uomini di Maran per tornare a sorridere, e intanto le prime buone notizie arrivano dall’infermeria, infatti Roberto Inglese ha pienamente recuperato dall’infortunio e tornerà al centro dell’attacco, provando a riportare serenità all’ambiente a tutti i suoi fantallenatori. Il numero 45, ha fortemente voluto rimanere in maglia giallo-blu fino al termine della stagione, per chiudere in bellezza la sua esperienza alla corte di Campedelli. L’obiettivo salvezza è alla portata, dovrà però caricarsi la squadra sulle spalle d’ora in avanti e gonfiare la rete a suon di gol. #LETSGOBOBBY

Inter – Bologna

Le statistiche parlano chiaro, i rosso-blu sono più pericolosi in trasferta che nelle partite casalinghe. Nero-azzurri che stanno vivendo una lenta e inesorabile discesa, poche certezze se non il quarto posto che è rimasto intatto grazie all’ottimo girone d’andata. Uno dei pochi rimasto a galla è sicuramente Skriniar, che ben presto ha dovuto interpretare il ruolo di colonna portante nella retroguardia degli uomini di Spalletti. Si aggrappano a lui i suoi compagni, alle sue chiusure e alla sua bravura nel far ripartire la manovra direttamente dalla difesa. Sono ben 3 i gol stagionali per lo slovacco che non timbra dal lontano 3 dicembre, forse l’ultima gran partita giocata dai suoi, che debba essere lui a sbloccare l’ingranaggio inceppato?

Sampdoria – Verona

Sembra aver ritrovato lo smalto di inizio campionato la Samp di Giampaolo, che nelle partite casalinghe ha un ruolino di marcia invidiabile. Partita abbordabile, gli scaligeri non hanno le carte in regola per mantenere il passo dei blu-cerchiati, ma proveranno comunque a mettere i bastoni fra le ruote. Uomo chiave? Gianluca Caprari. La squalifica di Ramirez permetterà all’ex-Pescara di rientrare tra gli 11 di partenza, lui che nonostante sia spesso e volentieri chiamato in causa in corso d’opera e non ha mai sfigurato. Occasione importante dunque per mettere in difficoltà l’allenatore in vista delle prossime gare di campionato. Profumo di bonus.

Torino – Udinese

Sfida molto interessante tra due compagini che quasi inaspettatamente, si ritrovano a ridosso della zona Europa. Un tentativo è lecito farlo, la salvezza è praticamente acquisita e il campionato è apertissimo. Per la prima volta in stagione, complici gli infortuni e i momenti altalenanti vissuti, affidiamo la palma di uomo chiave al gallo Belotti. I 26 gol dello scorso anno pesano sulle spalle del numero 9 granata, che schiacciato dalla pressione, ha disatteso le aspettative. 4 gol in 17 presenze, sono davvero troppo pochi per uno dei giocatori più richiesti in fase d’asta. La domanda che in molti fanta-allenatori si sono posti è: lo tengo o lo lascio? 15 giornate al termine, l’obiettivo è la doppia cifra. E’ tempo di Sanremo e chi se non il gallo dovrebbe cantare? Lo tengo!

Roma – Benevento

Chiude la 24esima giornata di campionato, il posticipo dell’Olimpico. Giallo-rossi che a fasi alterne riescono a tenere a galla quanto di buono fatto nella prima metà di stagione e sono ancora in piena lotta per un piazzamento che li porterebbe a giocare la Champions nella prossima stagione. Mattatore nel girone d’andata e uomo chiave per la prossima sfida è Kolarov. Il cambio di passo dei padroni è spesso dato dalla costante sull’out di sinistra portata dal serbo, che da qualche giornata manca. La partenza di Emerson Palmieri però, ha sottolineato la massima fiducia di allenatore e società per l’ex-Lazio, a cui quindi è stata affidata la fascia sinistra fino al termine del campionato. Siamo nel mese clou, il mese dei campioni, ancora una volta dovrà dimostrare di esserlo. Chiudiamo con una menzione ad honorem, non che uomo chiave per gli ospiti, Guillherme. Per quel poco visto, abbiamo notato del grande potenziale. Il talento del brasiliano classe 91’ non è in discussione, in questo girone di ritorno gli stregoni dovranno appoggiarsi a lui per provare a risollevare la baracca. Schierabile, ma non per cuori deboli.

Consigli Fantacalcio 2018, gli Uomini Chiave: giornata 24

Uomini chiave

Freuler (ATA), Gullherme (BEN), Inglese (CHI), Skriniar (INT), Mandzukic (JUV), Cutrone (MIL), Callejon, Insigne (NAP), Kolarov (ROM), Caprari (SAM), Acerbi (SAS), Antenucci (SPA), Belotti (TOR)

📲 Scarica la nostra app gratuita: cerca nello store “ICDF – Consigli Fantacalcio”su iOS e per Android. Per non perderti nessuna news sul fantacalcio.

CONDIVIDI