Consigli Fantacalcio, gli uomini in forma: giornata 38

0
Uomini in forma fantacalcio @ ICDF
Uomini in forma fantacalcio @ ICDF

Ritornano come ogni settimana i nostri consigli fantacalcio sui giocatori più in forma del campionato, quelli da schierare assolutamente nelle vostre fantaformazioni. Una carrellata con i cinque nomi dei giocatori più caldi e i cinque da evitare in vista della prossima giornata.

Consigli Fantacalcio 2017, gli uomini in forma: giornata 37

Pollice in su:

Mertens: all’asta estiva scorsa uno dei meno quotati del Napoli, che “il sostituto di Higuain è Milik ed il titolare della fascia sinistra Insigne”. Alla prossima si appresta ad essere nazional-popolare: tutti lo vorranno. Arrivato a quota 27 reti, ha una voglia matta di togliere la desinenza “falso” prima di “nove” diventando il capocannoniere di questa serie A.

Mandzukic: il corrispondente dell’Eto’o Mourinhiano in questa Juventus alla ricerca del triplete. Fa tutto e con una percentuale di errore minima, ora s’è messo pure a segnare. Nella passerella di Bologna si prevedono altri +3. Lui non riderà lo stesso, ma i fanta-allenatori che si apprestano a schierarlo sì.

Lapadula: il Cagliari ha mezza difesa out e lui non ha più concorrenza interna visto che Bacca s’è tirato fuori da solo dagli 11 titolari con prestazioni scadenti. Tutto lascia presupporre ad un’escursione isolana con gol.

Salah: numeri da capogiro nelle ultime 9 partite: 6 gol e 5 assist oltre che doppia-doppia stagionale da 15 reti e 10 assistenze. Il miglior Salah di sempre. Il contatore nell’ultima sfida dell’anno contro il Genoa, che ricorderemo per il grande addio di Totti al calcio, è destinato a muoversi ancora.

Magnanelli: è ritornato dall’infortunio che ha privato i fanta-allenatori della sua costanza di rendimento per gran parte della stagione con un gol fantastico. Che c’abbia preso gusto?

Pollice in giù:

Praet: l’acquisto più caro dell’era Ferrero s’è rivelato un flop totale. I soldi peggio spesi nel corso dello scorso mercato estivo, se non ci fosse stato il “colpo” Gabigol all’Inter. Le probabilità che ci faccia ricredere con una prestazione monstre contro il Napoli sono prossime allo 0.

Belotti: non segna da 5 partite consecutive, un’astinenza che ha mandato in rovina il fantacalcio di molti, oltre che avergli fatto perdere il trono di goleador. Miha nella conferenza pre-Genoa ha ringhiato per incitare i suoi, ma non sembra aver funzionato.

Laurini: l’errore sul tiro del Papu Gomez è di Skorupski, ma la sua compartecipazione è tanto evidente quanto sciagurata. Non è mai riuscito ad arginare l’estro dell’esterno argentino. Sembra aver staccato la spina, blackout pericoloso per lui e per l’Empoli.

Borriello: dopo aver raggiunto la fatidica quota 15, ha sfornato una prestazione mediocre via l’altra. E’ comunque da apprezzare il fatto che abbia devoluto i soldi della scommessa vinta con Vieri non per le sue vacanze, ma per fornire defibrillatori nei campetti di provincia. Cuore d’oro, ma voti in picchiata.

Bruno Henrique: l’uomo venuto dal Brasile per innalzare il tasso tecnico del Palermo. Nulla di più lontano dalla realtà, stagione fallimentare.

In sintesi

Pollice in su: Mertens, Mandzukic, Lapadula, Salah, Magnanelli

Pollice in giù: Praet, Belotti, Laurini, Borriello, Bruno Henrique

CONDIVIDI