Empoli – Chievo, le pagelle 2019

0

Empoli – Chievo: 2-2

EMPOLI

Provedel 6: Non viene impegnato moltissimo durante il match. Sui gol cliventi può far poco.
Veseli 5: Male, come tutta la retroguardia di casa. Non preciso negli interventi e spesso si perde gli attaccanti clivensi.
Silvestre 5: Stepinski fa praticamente cioè che vuole dalle sue parti. Forse pensava giocasse con lui, visto che gli serve anche l’assist per il momentanio 2-0 del Chievo.
Rasmussen 4,5: Praticamente nullo. Fase difensiva pessima, condita da uno svarione che porta al gol di Giaccherini.
Di Lorenzo 6,5: Una spina nel fianco per la difesa del Chievo. Corre e crea pericoli, serve l’assist per il primo gol di Caputo.
Krunic 6: Si limita a giocate semplici, cercando di non perdere palloni in zone delicate del campo. (Dal 82′ Mchedlidze Sv) Bennacer 5,5: Gioca a sprazzi, lo vedi propositivo poi cala drasticamente la sua prestazione.
Traorè 6,5: Vero che sbaglia due golose occasioni, ma quanta classe possiede questo giocatore. Percursioni e giocate da grande giocatore.
Pasqual 6: Rispetto a Di Lorenzo, svolge un compito più difensivo e fa il suo durante tutto il match.
Farias 6: Debutta subito da titolare dopo il passaggio dal Cagliari, ergo non possiamo chiedergli di conoscere tutti i meccanismi della squadra. Gioca bene e si sacrifica in fase di ripiego. (Dal 58′ Oberlin 5,5: Non benissimo il primo impatto con la squadra, tanto è vero che Iachini era pronto a sostituirlo dopo 10 minuti. Mostra poi buoni spunti sul finire della gara)
Caputo 7,5: Ci sono poche parole per descrivere la sua prestazione. Gol di rapina il primo, spettacolare il secondo, con annesso dribbling anche Sorrentino.

CHIEVO

Sorrentino 6: Para il parabile, ma difficile intervenire su entrambi i gol di Caputo.
Bani 6,5: Prestazione al di sopra la sufficienza, con un primo tempo eccezzionale. E’ grazie a lui se il Chievo se la gioca fino in fonso.
Rossettini 6: Sufficienza, una partita senza infamia e senza lode.
Barba 5,5: Caputo lo fa impazzire per tutto il match. L’avversario non era semplice, ma lui poteva far molto di più.
Kiyine 6: E’ come una lampadina, si accende e si spegna durante il match. Ci mostra ottime giocate per poi sparire letteralemente dal campo. (Dal 58′ Dioussè 6,5: Entra ed è determinante, combinanto fisico e qualità)
Giaccherini 7: Esce Pellisier, è lui il trascinatore del Chievo. Segna un gol magnifico e prova a crear azioni pericolose.
Rigoni 6: Non lo sentite mai in campo, ma mantiene in equilibrio il Chievo, agendo davanti alla difesa.
Hetemaj 5: Partita anonima quella di Hetemaj. Lo notiamo quando prova il colpo di karate e favorisce l’avanzata di Caputo sul gol del definitivo 2-2.
Jaroszynski 5,5: Poco reattivo, sembra far sempre gli stessi movimenti. Non ci è voluto molto, quindi, per metterlo in difficoltà. (Dal 83′ Frey Sv)
Stepinski 7: Insieme a Giaccherini, l’uomo in più di questo Chievo. Segna una bella rete su svarione di Silvestre e cerca sempre di rendersi attivo in zona gol.
Pellisier 6: Sprinta ad inizio match, poi è costretto ad uscire causa infortunio. (Dal 29′ Djordjevic 5: Non si sente, non incide.)

CONDIVIDI