Fiorentina – Inter, le pagelle 2018

0

Fiorentina – Inter 3-3

FIORENTINA

Lafont 5,5: poco chiamato in causa durante tutta la partita, nel primo tempo però poteva fare qualcosa in più sul gol di Vecino. Ammonito al minuto 87.

Laurini 5,5: nel primo tempo anche se poche riesce a contenere tutte le avanzate di Perisic, soffre invece nel secondo tempo quando l’Inter inizia a crescere.(Dal 79′ Dabo s.v.)

Ceccherini 5,5: poco attento sul gol di Vecino, insieme al compagno di reparto si fanno trovare impreparati. Chiude più o meno bene per il resto della partita le avanzate avversarie.

Vitor Hugo 5,5: è mancata attenzione nell’azione del gol di Vecino, per il resto contiene bene Lautaro Martinez per tutto il primo tempo, ma nel secondo tempo va un po’ in difficoltà sulla rapidità dello stesso Lautaro.

Biraghi 6: tra i più attivi e pericolosi della Fiorentina, corre avanti e indietro per tutta la fascia ed era anche riuscito a trovare il gol, annullato poi dal VAR.

Benassi 5,5: inizia bene facendosi trovare spesso libero tra le linee, ma cala pian piano nel rendimento e risulta poco preciso nel prendere le decisioni. (Dal 59′ Pjaca 5,5: mister Pioli lo rilancia concedendogli tanti minuti, l’attaccante croato però non ricambia a dover la fiducia.)

Veretout 7: il migliore del centrocampo gigliato. Come al solito gioca da leader e gestisce al meglio tutti i palloni che tocca, determinante nel finale su calcio di rigore calciato alla perfezione. Risolutore.

Edimilson 5: preso in mezzo dagli avversari non riesce a trovare le giuste posizioni ed idee, il VAR lo punisce per un braccio troppo largo in area di rigore.

Chiesa 6,5: con le sue continue accelerazioni mette in difficoltà per tutto il primo tempo la difesa avversaria, propiziando il gol dell’1-0 dopo pochi secondi di partita. Spina nel fianco della difesa avversaria per tutto il resto della partita. Il più attivo, cosa non strana.

Simeone 6: poco preciso tecnicamente, ma lotta su ogni pallone e grazie ad un suo tocco porta dopo pochi secondi la sua squadra in vantaggio per 1-0. Non riesce poi però ad imporsi sugli avversari. (Dal 58′ Muriel 7: da sempre giocatore misterioso con continui alti e bassi, ma oggi è entrato con il piglio giusto ed ha realizzato un gol magnifico su punizione da distanza proibitiva.)

Gerson 5: a differenza dei compagni non sembra avere tanta voglia di fare bene, cerca di farsi in avanti, ma ogni volta che riceve il pallone sbaglia la decisione finale.

INTER

Handanovic 6: praticamente mai chiamato in causa, subisce tre gol senza poter far nulla per opporsi.

D’Ambrosio 5: partita non tutta da buttare, ma l’episodio nel finale decide la partita e anche il suo voto.

de Vrij 5: dopo pochi secondi dal fischio d’inizio è sfortunato nel tocco che spinge la palla in porta, ma compromette poi decisivamente la partita visto il risultato finale.

Skriniar 6: inizio di partita problematico, ma poi riesce a prendere le misure ed a raddrizzare la sua prestazione. Ammonito al minuto 65.

Dalbert 5: soffre tanto sulla sua fascia di competenza ed ogni volta che viene puntato non sa che pesci pigliare. (Dal 62′ Asamoah 6: sicuramente riesce a fare meglio del compagno, ma nulla di eccezionale.)

Vecino 6,5: fortunatamente per la sua squadra è riuscito anche questa volta a riprenderla dopo la sbandata iniziale dei suoi compagni. Gol che rimette la partita in pari.

Brozovic 6: buone geometrie in mezzo al campo, che però non risultano decisive in questa strana serata. Ammonito al minuto 89.

Politano 7: mancava da molto ed oggi ha fatto un gol stupendo che ha permesso alla sua squadra di rientrare negli spogliatoi in vantaggio per 2-1. Nel secondo tempo però entra in campo non al meglio. Ammonito al minuto 71. (Dal 76′ Candreva 6: partita sufficiente senza alcun picco ne in negativo ne in positivo.)

Nainggolan 6,5: il belga è tornato sui suoi passi e continua a sfornare buone prestazioni, stasera ci mette il suo fornendo l’assist decisivo per il gol del momentaneo 1-1. (Dal 89′ Borja Valero s.v.)

Perisic 6,5: anche Ivan sembra essere tornato al meglio, prestazione più che sufficiente giocata con precisione e determinazione. Oggi è andato dal dischetto con convinzione mettendola bene in rete.

Lautaro Martinez 6: gioca bene per tutta la partita e combatte su ogni pallone con la difesa avversaria, ma stasera non è riuscito ad incidere.

CONDIVIDI