Fiorentina – Milan, le pagelle

0

Ecco le pagelle di Fiorentina – Milan

FIORENTINA

Lafont 6,5: è protagonista assoluto nel primo tempo, quando ferma due volte Calhanoglu e un tiro ravvicinato di Suso, ergendosi a baluardo prima dell’incornata del turco.

Laurini 4,5: il preoccupante atletismo e la lentezza con cui sbaglia sovente qualsiasi mossa è spiazzante, tanto che deve gettarsi a terra per evitare un tunnel di Suso. Esce infortunato, non una novità per la sua stagione. (dal 23′ st Gerson 6: è mentalmente avulso, tanto che è Norgaard a dovergli far capire che il mister vuol farlo entrare. Con l’uscita di Edimilson va davanti alla difesa, dove trova una buona imbeccata che Chiesa non riesce a sfruttare)

Milenkovic 5,5: si sta lentamente riprendendo dopo una parte centrale di campionato da dimenticare. Peccato che manchino due partite.

Hugo 6: fa sentire i tacchetti a Piatek nei minuti iniziali, poi fa buona guardia su Cutrone.

Biraghi 5: mette decisione nei contrasti, ma la spinta che un tempo lo teneva a galla non c’è più. In continua involuzione.

Benassi 4,5: è il capocannoniere di questa squadra con sette reti, e non segna da gennaio. Questo la dice lunga sulla stagione della Fiorentina.

Edimilson 4,5: difficilmente fa bene quello che può sbagliare. Si perde Calhanoglu in area di rigore sullo 0-1 rossonero. (dal 29′ st Vlahovic 6: entra e si mette in proprio, puntando la difesa avversaria ma calciando debolmente a lato. Passa un minuto e una respinta di Donnarumma per poco non lo premia)

Dabo 5: poca tecnica e poca sostanza quest’oggi. Solo un cross, dritto tra i guanti di Donnarumma. Montella lo avrebbe sostituito prima, ma Laurini si fa male e il tecnico deve rivedere i propri piani, spostando il burkinabè terzino. (dal 40′ st Norgaard s.v.: bagna la sesta presenza stagionale in Serie A)

Mirallas 5: ha sui piedi il pallone del pareggio, mette a sedere Rodriguez ma facilita il lavoro a Donnarumma mirando il primo palo. Tanto fumo stasera.

Chiesa 6: solitamente la Fiorentina si affida anche alle sue folate, che nel primo tempo non sono pervenute. Si fa notare per un gran tiro a giro che lambisce la traversa in apertura di ripresa, oltre a un assist per l’azione in profondità di Mirallas. Gerson lo innesca, lui rientra ma spara clamorosamente tra le braccia di Donnarumma. Non si arrende.

Muriel 5: un sussulto al 5′ pt e non si vede più fino ai dribbling privi di consistenza della seconda frazione. Resta comunque tra gli ultimi a crederci.

MILAN

G. Donnarumma 6,5: si distende dopo cinque minuti sulla conclusione di Muriel, poi qualche respinta in uscita. Bravo e fortunato sul tiro di Mirallas al 10′ st, quando il belga non punta il secondo palo e facilita il lavoro al portiere rossonero. Attento sulla deviazione verso la propria porta di Kessie.

Abate 6: la Fiorentina crea poco, ma riesce comunque a soffrire Muriel. Compitino al ‘Franchi’ per l’esperto terzino.

Musacchio 6: ringhia sul portatore di palla, ma quando viene puntato da Chiesa e Muriel finisce spesso al tappeto. Tutto sommato se la cava.

Romagnoli 6: il lavoro non è molto. Tiene la linea più alta di quanto in realtà i compagni lo seguono.

Rodriguez 6: Mirallas lo mette a sedere in contropiede, ma spara addosso a Donnarumma. Il resto è ordinaria amministrazione.

Kessie 6: qualche affondo, poi dialoga con Suso e Calhanoglu. Rischia quando devia un pallone che Donnarumma riesce a mettere in angolo, evitandogli l’autorete.

Bakayoko 6,5: fa pace con Gattuso e troneggia davanti alla difesa, dinnanzi all’inoperoso reparto centrale gigliato. Veramente prezioso stasera per questo Milan.

Calhanoglu 7: vede viola e si accende. Terzo gol in quattro partite per Hakan contro la Fiorentina, stavolta un’inzuccata pesante che lo premia dopo due tentativi neutralizzati da Lafont. Un gol che vale oro dopo quello dell’andata.

Suso 7: trova un reattivo Lafont sulla propria strada, quando al 22′ pt si vede respingere una conclusione all’interno dell’area di rigore. Pennellata perfetta per la testa di Calhanoglu e assist col mancino. (dal 36′ st Castillejo s.v.: entra in un momento di sofferenza, quando la Fiorentina prova timidamente il tutto per tutto)

Borini 6: dà seguito al gol segnato contro il Bologna con una prova positiva. Oscurato dalle prestazioni di Suso e Calhanoglu, oltre che dal baricentro più basso incarnato nel secondo tempo. (dal 43′ st Laxalt s.v.: passerella finale)

Piatek 5,5: Hugo lo marca stretto e i due iniziano fin da subito a fare a sportellate. Quinta partita a secco in campionato, ma stavolta neanche la prestazione lo supporta più di tanto. Edimilson è la sua ombra stasera. (dal 29′ st Cutrone 5,5: su un regalo di Benassi potrebbe raddoppiare, ma tutto solo non inquadra lo specchio della porta)

CONDIVIDI