Guida asta fantacalcio 2017: Lazio

0
Guida asta fantacalcio 2017 Lazio
Guida asta fantacalcio 2017 Lazio

Ritorna la Guida asta fantacalcio di ICDF, in questo articolo andiamo ad analizzare la rosa della LAZIO.

Guida asta fantacalcio 2017: Lazio

Simone Inzaghi riparte dalla trionfale stagione 2016/2017, con la volontà di non stravolgere anche a livello di modulo la propria squadra. Un paio di cessioni importanti paiono inevitabili, ma l’impostazione strutturale base non subirà cambiamenti. Ciro Immobile resta il punto di riferimento offensivo, magari affiancato da Falcinelli. Uno dei possibili obiettivi, posto che la cessione di Balde Keita s’ha da fare. Mantenere il quarto posto vorrebbe dire Champions League, ma la concorrenza appare più agguerrita che mai.

Nuovi arrivi Lazio

Lucas Leiva (SCHEDA FANTACALCIO), Adam Marusic (SCHEDA FANTACALCIO), Davide Di Gennaro (SCHEDA FANTACALCIO) e Felipe Caicedo SCHEDA FANTACALCIO(), sono i nuovi volti della Lazio di Simone Inzaghi.

La sorpresa

La rivelazione di questa annata nella Lazio potrebbe essere costituita da Sergej Milinkovic-Savic. Il trequartista serbo ha già dimostrato nello scorso campionato delle doti notevoli sia sul piano fisico che su quello tecnico, attirando su di sé l’attenzione dei maggiori club a livello europeo. La consacrazione potrebbe arrivare nel 2017-2018, anche sotto il profilo dei bonus. Può diventare il volto copertina della nuova Lazio. Costituisce una delle chiamate top, o subito a ridosso dei migliori, a centrocampo.

Consigli fantacalcio Lazio: ruoli e formazione base

Il modulo base dovrebbe ricalcare quello dello scorso anno: il camaleontico 3-5-2 di Simone Inzaghi. Qualche interprete fondamentale nel funzionamento del perfetto ingranaggio dell’annata scorsa non ci sarà più, ma i sostituti verranno scelti in funzione di questo schieramento tattico.

Tra i pali Strakosha è il titolare, con Vargic secondo. Terzo portiere Guerrieri.

In difesa i favoriti per una maglia da titolare col nuovo modulo, oltre all’intoccabile De Vrij, sono Wallace e Radu, con Bastos pronto a giocarsi le sue chance. Entrambi coriacei ed imponenti dal punto di vista fisico anche se con qualche lacuna sotto il profilo tecnico. I terzini Basta, Lukaku e Patric si contenderanno lo spazio concessogli a partita in corso e in occasione delle giornate in cui si partirà a quattro dietro. La loro titolarità, però, è tutt’altro che garantita.

A centrocampo il top assoluto (qualità/prezzo) è costituito da Milinkovic-Savic, che si propone come uno dei nuovi uomini franchigia. Non male anche assicurarsi Marco Parolo, media voto elevata e bonus facile. Felipe Anderson è chiamato all’ennesima stagione della consacrazione, anche se sembra aver definitivamente perduto la propensione al +3, ma con la cessione di Keita potrebbe ritrovarsi improvvisamente seconda punta titolare e, quindi, aumentare la sua appetibilità al fantacalcio. Il nuovo arrivo Lucas Leiva non è esattamente il profilo adatto per il fantacalcio, mentre Lulic costituisce la solita certezza come sesta/settima slot.

In attacco l’unica certezza porta il nome di Ciro Immobile. In caso di partenza di Balde Keita, andrà trovato un sostituto all’altezza. Il favorito pare essere Diego Falcinelli. Per il resto la situazione è liquida e tutt’altro che decifrabile: Djordjevic accetterà l’ennesima stagione da panchinaro? Dietro di lui, l’unica alternativa credibile è il primavera Rossi.

Formazione base (3-5-2): Strakosha, Wallace, De Vrij, Radu, Lulic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Basta, Immobile, F. Anderson.

Formazione Lazio 2017
Formazione Lazio 2017

La rosa

PORTIERI

Strakosha: una delle rivelazioni dello scorso campionato. Con Inzaghi al timone la squadra non sembra perforabile con facilità. Potrebbe essere un’ottima scelta low-cost annessa all’acquisto di Vargic.

Vargic: secondo portiere di affidabilità. Da prendere con Strakosha.

Guerrieri: sarà lui il terzo portiere della Lazio.

DIFENSORI

Wallace: la stagione scorsa  non è stata indimenticabile, quest’anno Inzaghi sembra convinto ad investirci maggiormente. Con la difesa a tre le due percentuali di partire titolare si impennano. Potrebbe coprire le ultime slot in difesa tra la settima e l’ottava chiamata. Non ha una media voto gratificante, lo eviteremmo.

De Vrij: una delle certezze assolute nella rosa laziale. Rendimento assicurato ed anche propensione a regalare un paio di +3. In difesa va chiamato tra la seconda e la terza slot. Uno dei top nel ruolo.

Hoedt: un ottimo rimpiazzo ai titolari, in grado di portare +3. Potrebbe essere chiamato a completamento di un reparto di titolari, tra le settima e l’ottava chiamata. Non una priorità.

Bastos: potenza muscolare e fisicità le sue caratteristiche principali. Lo scorso anno ha sfoderato qualche buona prestazione unita a disattenzioni sanguinose. Dovrebbe partire titolare, unico appeal. Da prendere solo se molte delle prime scelte a completamento del reparto, intorno alla settima slot, sono evaporate.

Radu: il difensore romeno si giocherà una maglia con Bastos, Wallace e Hoedt nei tre difensori. Poco o per nulla appetibile al fantacalcio.

Basta: l’anno scorso è stato un titolare quasi inamovibile, quest’anno il modulo a tre lo penalizza. Pochi bonus negli ultimi campionati. Non listatelo tra gli appetibili.

Lukaku: ha fornito ottime prestazioni, segnalandosi come ottimo motore propulsore in assenza di Lulic. Anche lui potrebbe essere un’ottima chiamata in settima/ottava slot.

Patric: gli spazi a sua disposizioni appaiono parecchio ridotti. Buono soltanto per degli ingressi a partita in corso. Prendetelo se riuscite a comprarlo con pochissimi crediti (uno, massimo due) come ultima chiamata. Possibile partente.

Marusic: tutto da scoprire questo giovane talento serbo. In caso di esplosione ridurrebbe ancora di più i margini di titolarità di Basta. Prenderlo ora come ora, costituisce un salto nel vuoto. Chi sente di investirci può chiamarlo non prima della settima slot.

Mauricio: fuori rosa e fuori dalle idee di Inzaghi, più che prossimo all’addio.

CENTROCAMPISTI

Lucas Leiva: il rimpiazzo designato di capitan Biglia. Rispetto all’argentino porterà una minore quantità di bonus. Può fornire rendimento costante, se non assume il ruolo di picchiatore in mezzo al campo. Una chiamata d’esperienza per la sesta/settima slot a centrocampo. Non ci fa impazzire.

Milinkovic-Savic: potrebbe essere il vero colpo dell’anno a centrocampo. In una squadra che ha perso qualche leader tecnico e caratteriale può diventare uomo immagine. Anche in termini di bonus ci si aspetta una crescita. Può rientrare tranquillamente tra le prime quattro slot della mediana, anche come prima scelta. Puntateci senza pentimenti.

Parolo: altra  ottima chiamata, il nazionale assicura rendimento e bonus. Destinato ad essere il nuovo leader. La sua collocazione nelle slot è tra la terza e la quarta chiamata. Potrebbe rivelarsi un colpo.

Felipe Anderson: la facilità di trovare il +3 è scesa drasticamente negli ultimi anni, ma con Simone Inzaghi si sono rivisti sprazzi di classe. Con l’addio di Keita potrebbe ritrovarsi seconda punta titolare al fianco di Immobile. Subito a ridosso dei TOP di reparto, non svenatevi però per prenderlo!

Lulic: il classico uomo perfetto come quinta/sesta chiamata. Assicura il 6 politico in quasi ogni occasione e non disdegna i bonus. Il neo-capitano è una garanzia.

Di Gennaro: i numeri della scorsa stagione cagliaritana in termini di bonus ha regalato parecchi sorrisi. Alla Lazio parte indietro nelle gerarchie, ma è destinato a guadagnarsi parecchio spazio. Ideale in coppia con Leiva, un azzardo acquisirlo singolarmente.

Murgia: lo scorso anno Inzaghi l’ha lanciato con continuità, quest’anno è destinato a proseguire il percorso di crescita all’ombra di Leiva. Potrebbe essere una buona chiamata a completamento del reparto.

Crecco: altro ex Primavera destinato ad essere integrato a tempo pieno in rosa. Classica chiamata a uno come ottavo di centrocampo, che potrebbe regalare qualche minuto.

Luis Alberto: la scorsa annata Inzaghi se l’è quasi sempre dimenticato in panchina. Difficile dire che cosa accadrà in questa stagione. Di certo non parte titolare. Meglio evitare.

ATTACCANTI

Immobile: una stagione indimenticabile per lui quella dello scorso anno. È stato uno dei trascinatori della Lazio grazie ai suoi gol ed assist. Anche quest’anno potrebbe essere un’ottima chiamata come seconda/terza slot. Assicura la doppia cifra in termini di gol e costanza di rendimento.

Balde Keita: il bad boy di Formello, talento cristallino quanto incostante. Sembra aver deciso di spiccare il volo lontano dall’aquila laziale. Percentuali  di addio vicine alla certezza.

Caicedo: arriva sostanzialmente per fare da alternativa ad Immobile, se volete acquistatelo in coppia con l’ex Torino e Borussia Dortmund. Altrimenti osservatelo ad inizio stagione, ma è un calciatore che racchiude troppe incognite.

Djordjevic: un’altra stagione in cui sembra destinato alla panchina fissa. Il titolare in attacco rimane Immobile. L’insofferenza è destinata ad acuirsi. Non è detto che rimanga alla Lazio.

Lombardi: lo scorso anno è stato uno degli scudieri di Inzaghi, sempre presente quando il tecnico ha avuto bisogno della sua spinta. In ottica fantacalcio appeal vicino allo zero termico.

Rossi: uno dei giocatori più interessanti della florida Primavera bianco-celeste. Si è messo in mostra nelle amichevoli per la facilità nel gonfiare la rete. Potrebbe regalare sorprese come ultima slot in attacco.

Kishna: rientra da un prestito disastroso al Lille, dove non ha mai visto il campo. Molto probabile finisca in prestito in una delle squadre in lotta per la salvezza.

Tounkara: si è segnalato per i comportamenti da ultrà più che per le doti sul campo nello scorso anno. Molti sono rimasti affascinati dai numeri mostrati con la Primavera un paio di stagioni fa. Promesse che sembrano essere state disattese. Destinato a vedere il campo poco nulla.

Palombi: molto probabile un suo ritorno in prestito in una squadra di serie B, dopo le 8 reti messe a segno con la maglia della Ternana.

Perea: situazione simile a quella di Kishna, rientra da un prestito per essere dirottato in un altro.

Nome Giocatore
Ruolo
Voto ICDF
Classic Mantra
Strakosha P Por 69
Vargic P Por 50
Guerrieri P Por 30
De Vrij D Dc 78
Lukaku D Ds;E 69
Basta D Dd;E 68
Marusic D E 64
Radu D Ds;Dc 62
Bastos D Dc 62
Hoedt D Dc 62
Patric D Dd;Ds;E 58
Wallace D Dc 58
Mauricio D Dc 40
F. Anderson C W;A 82
Milinkovic-Savic C C;T 81
Parolo C C 76
Di Gennaro C C 68
L. Leiva C M;C 66
Lulic C E;C;W 66
Crecco C E;C 58
Luis Alberto C C;T 58
Murgia C M;C 50
Immobile A Pc 85
Keita A A 60
Caicedo A A 60
Djordjevic A Pc 58
Lombardi A A 55
Kishna A W;A 50
Palombi A 30
Perea A 30
Rossi A 30
Tounkara A 30
CONDIVIDI