Guida asta fantacalcio 2017: Genoa

0

Ritorna la Guida asta fantacalcio di ICDF, in questo articolo andiamo ad approfondire il: GENOA.

Guida asta fantacalcio 2017/2018: Genoa

Dopo una stagione tribolata, si riparte da Ivan Juric e dal suo gioco propositivo, intenso ed aggressivo finalizzato alla ricerca della superiorità numerica, continue verticalizzazioni e riconquista immediata del pallone. Contesto in grado di esaltare le prestazioni di giocatori abili negli inserimenti e gli esterni, cardini principali nello scacchiere del mister croato.

Nuovi arrivi Genoa

Il ritorno di Andrea Bertolacci (SCHEDA FANTACALCIO) e Ricardo Centurion (SCHEDA FANTACALCIO) a centrocampo, l’arrivo di Gianluca Lapadula (SCHEDA FANTACALCIO) per dare nuove alternative offensive e gli acquisti di Nicolas Spolli (SCHEDA FANTACALCIO), Ervin Zukanovic (SCHEDA FANTACALCIO) e Luca Rossettini (SCHEDA FANTACALCIO) per rinforzare la difesa, rappresentano le novità principali del Genoa 2017/2018. Senza dimenticare i ritorni dai vari prestiti di Gakpè, Fiammozzi e Rosi.

La sorpresa

Viene da una stagione in chiaroscuro al Milan (8 goal in 27 partite, per lo più spezzoni), ma Lapadula può rappresentare la vera sorpresa rossoblù in ottica fantacalcio. Le possibilità di vedere tornare l’attaccante a segnare con continuità sono alte in virtù del posto da titolare e dell’ambiente caloroso di Marassi, che sa esaltare i calciatori passionali. Dato da non sottovalutare, il suo atteggiamento in campo propositivo premiato con buoni voti anche in assenza di goal e questo rende Lapadula una scommessa vincente per completare il nostro attacco e non solo.

Consigli fantacalcio Genoa: ruoli e formazione base

Modulo di riferimento della stagione sarà il 3-4-3 camaleontico in relazione alle caratteristiche degli interpreti. In porta ci sarà Perin pronto al rientro dopo l’infortunio al ginocchio della passata stagione, con Lamanna prima alternativa.

Juric predilige avere i centrali sul proprio piede forte per far ripartire velocemente l’azione sulle fasce. Il posto da centrale se lo giocano Rossettini, favorito, ed il nuovo acquisto Spolli; sul centrodestra, in attesa del ritorno di Izzo, ci sarà spazio per Biraschi che bene ha fatto nel finale di stagione tanto da meritarsi la chiamata da parte di Di Biagio, mentre sul centrosinistra agirà il neo acquisto Zukanovic con Gentiletti prima alternativa.

Il compito di garantire contemporaneamente copertura e spinta sugli esterni sarà affidato a Laxalt sulla sinistra e Lazovic sulla destra. Al centro le geometrie di Veloso e la vivacità di Bertolacci, con Cofie pronto a mettere in campo tutto il suo dinamismo. Ruolo delicato per Rigoni, chiamato a dare equilibrio ed imprevedibilità con i suoi inserimenti.

Lapadula e Palladino completano il reparto offensivo. In alternativa sono pronti Pandev, come seconda punta, Ninkovic, esterno puro, e Galabinov, per sfruttare il gioco aereo.

Formazione base (3-5-2): Perin, Biraschi, Rossettini, Zukanovic, Laxalt, Veloso, Bertolacci, Rigoni, Lazovic, Lapadula, Ninkovic.

Formazione Genoa 2017
Formazione Genoa 2017

La rosa

PORTIERI

Perin: il talento non si discute ma resta da valutare il recupero dopo l’ennesimo infortunio della carriera; portiere affidabile e portatore di buoni voti rappresenta una buona chiamata, subito sotto i top, per leghe numerose o per risparmiare qualche milioncino preventivando qualche malus in più in relazione alla tenuta della sua difesa.

Lamanna: arriva da stagione difficile e con qualche errore di troppo, è l’alternativa a Perin.

Zima: dopo un ottimo Europeo Under21 con la Repubblica Ceca, nella prossima stagione farà il terzo portiere e, conseguentemente, è da prendere solo nel caso si decida di puntare sull’intero pacchetto portieri del Grifone.

DIFENSORI

Izzo: perderà l’inizio di stagione, ma da ottobre sarà un punto fermo della difesa rossoblù, non è un portatore di bonus eccezionale, 1 goal in 82 partite in Serie A, ma garantisce continuità di prestazioni e conseguentemente un ottimo investimento come 4-5 slot specialmente in leghe numerose.

Zukanovic: rende al meglio in una difesa a quattro, ma non demerita anche in quella a tre; ha un discreto feeling con la rete, 5 goal in Serie A, anche se nelle ultime due stagioni è rimasto a secco. Un affare prenderlo a poco, un rischio se le cifre si alzano.

Landre: lo spazio a disposizione, se non sarà ceduto, sarà verosimilmente poco e rappresenta solo un azzardo a 1.

Gorga: da valutare la permanenza a Pegli ed in quel caso utile per completare il reparto son un investimento a basso costo senza pretese.

Biraschi: riparte dalle buone prestazione del finale di stagione e l’opportunità di giocare titolare i primi mesi di campionato in attesa del rientro di Izzo. L’ideale sarebbe l’accoppiata Izzo-Biraschi in modo tale da averne sempre uno in campo.

Rossettini: l’ex difensore del Torino sarà il titolare al centro della difesa. Difensore abile nei colpi di testa, può essere un’ottima 4-5 scelta della vostra difesa al fantacalcio.

Spolli: centrale di esperienza pronto a mettersi a disposizione del mister nel turn over della squadra; a fine stagione il numero di presenze sarò cospicuo il che lo rendo un appetibile 7/8 scelta da prendere al giusto prezzo.

Gentiletti: con l’arrivo di Rossettini e Spolli sarà la un’alternativa ai titolari, da prendere in coppia con uno dei due.

Brivio: rappresenta un alternativa ai titolari, ma il minimo impiego della passata stagione lascia poco chance al terzino.

Rosi: da valutare la sua permanenza a Genova, ma nel caso rappresenta un ottima l’alternativa ai laterali titolari, specialmente dopo la positiva esperienza di Crotone; parte indietro nelle gerarchie ma ha tutte le carte in regola per ritagliarsi il suo spazio.

Migliore: l’esterno sinistro arriva per fare da alternativa a Laxalt, ma se quest’ultimo dovesse partire scalerebbe le gerarchie per diventare titolare sull’out mancino.

CENTROCAMPISTI

Veloso: titolare, abile sulle palle da fermo, buon tiro da fuori e costante nelle prestazioni, 6,29 la sua media, tutte caratteristiche che ne fanno un ottimo prospetto per il nostro centrocampo, unica attenzione ai frequenti problemi fisici.

Strasser: il suo continuo girovagare in campionati minori non sembra finito, dovesse restare gli spazi sarebbero minimi; meglio guardare altrove.

Bertolacci: al Genoa è sempre stato magic e può tonare ad essere incisivo in termini di goal e assist; buon prospetto per completare il reparto ma a prezzo contenuto visto la fragilità fisica del giocatore e la forte tendenza ai malus, 3 gialli in 15 partite lo scorso anno.

Hiljemark: sei mesi al Genoa e 2 goal ma è difficile da collocare nel sistema tattico di Juric, certamente troverà i suoi spazi ma meglio aspettare l’evolversi della sua stagione per valutarne l’acquisto.

Rigoni: jolly di Juric e non solo per i 3 goal, i 2 assist e la media voto pari a 6,16. Numeri importanti che possono essere migliorati e che rappresentano un buon investimento per il nostro centrocampo.

Cofie: giocatore fisico ed aggressivo soggetto a numerosi malus, 5 ammonizioni in 15 presenze, e gerarchie da scalare in rosa nel il meglio al fantacalcio.

Lazovic: devastante in fase di spinta, 2 goal e 5 assist, in difficoltà se costretto a difendere, 4 cartellini gialli; può essere il suo anno quello del definitivo salto di qualità qualcosa più di una scommessa, buono per occupare la 4/5 casella del nostro centrocampo.

Rodriguez: centrocampista giovane, rapido ed estroso alla prima esperienza in Europa, da valutare i tempi di ambientamento al nostro calcio ed almeno inizialmente partirà dalla panchina con la speranza di ritagliarsi i suoi spazi durante la stagione.

Laxalt: il suo apporto cresce di stagione in stagione, da migliorare il feeling con il goal ma presente in fase di assistenza ai compagni, 4 assist totali; puntare su di lui significa avere a disposizione buoni voti e bonus.

Morosini: giovane ed in cerca di spazio dopo 6 mesi di adattamento alla categoria, sarà utile a gara in corsa per provare a cambiare l’inerzia della partita; scommessa da prendere al giusto prezzo come 7/8 slot.

Centurion: conosce l’Italia e l’ambiente rossoblù, ma è un giocatore diverso dopo le esperienze al San Paolo ed al Boca Juniors; le sue caratteristiche si sposano alla perfezione con il credo del mister e le possibilità di vederlo protagonista sono alte.

Taarabt: fuori rosa e fuori condizione ad inizio preparazione, si è rimesso in forma ed ha chiesto una seconda chance e nelle amichevoli sta facendo bene; che sia la stagione del riscatto in rossoblù?

Salcedo: sta facendo bene nelle amichevoli, ma la Serie A è tutt’altra cosa; listato centrocampo può essere un azzardo ponderato, mentre se in attacco meglio studiarlo per gli anni avvenire.

Omeonga: il giovane classe 1996 arriva dall’Avellino dopo l’ottimo precampionato coi grifoni. Centrocampista centrale dotato di buona tecnica e gamba, è un’alternativa ai titolari nella zona centrale della mediana. Da acquistare solo in fantacalci numerosi, come alterego di Veloso, Bertolacci o L. Rigoni.

Ninkovic: Juric crede in lui e lo sta spronando al massimo per farlo maturare definitivamente; si giocherà le sue chance nel tridente offensivo ed ha già fatto vedere di sapere essere incisivo sotto porta; in pratica una scommessa da vincere facilmente.

ATTACCANTI

Palladino: conosce Juric e i suoi schemi a memoria, sulla carta non sarà titolare ma un cambio da giocarsi a partita in corso. In più non è mai stato un goleador, 2 goal con la maglia del Crotone nella passata stagione, e per questo non sveniamoci troppo per averlo. Si giocherà una maglia con Ninkovic al fianco di Lapadula.

Gakpè: torna dal prestito, non del tutto positivo, ed il suo ruolo in squadra ben definito; può essere interessante se listato come centrocampista ma anche in quel caso i suoi numeri non supportano l’investimento.

Lapadula: facile prevedere aste a rialzo per averlo, specialmente in leghe da 8 giocatori in su, visto il posto da titolare, le capacità realizzative (8 goal in 27 presenze, per lo più spezzoni, col Milan) ed un atteggiamento in campo premiato sovente da buoni voti che ne fanno un ottimo investimento. Attenzione però a non esagerare, è pur sempre alla prima vera stagione da protagonista nella massima serie e puntarci forte potrebbe rappresentare un boomerang.

Pandev: ha dimostrato di poter fare la differenza in pochi minuti, qualità utile a Juric un po’ meno al fantacalcio viste le difficoltà a  trovare la via del goal degli ultimi tempi.

Galabinov: si appresta ad esordire in Serie A come prima alternativa a tandem titolare; se il mercato non porterà novità in uscita, il suo ruolo sarà di riserva e per questo da prendere per tutelarsi nel caso si punti su Palladino o Lapadula.

Pellegri: esordio da titolare in A a 16 anni con goal all’Olimpico, scontro di mercato tra le big italiane e non solo, ma per il momento rappresenta un azzardo al fantacalcio per completare il reparto vista la forte concorrenza. Eventualmente da prendere a prezzo minimo in coppia con un titolare rossoblù.

Nome Giocatore
Ruolo
Voto ICDF
Classic Mantra
Perin P Por 72
Lamanna P Por 58
Zima P Por 40
Izzo D Dd;Dc 66
Rossettini D Dd;Dc 66
Zukanovic D Ds;Dc 65
Spolli D Dc 62
Biraschi D Dd;Dc 62
Gentiletti D Dc 58
Migliore D Ds;E 58
Fiamozzi D Dd;E 58
Edenilson D Dd 55
Rosi D Dd;E 55
Brivio D Ds;E 45
Gorga D 40
Landre D 40
Laxalt C E 70
Lazovic C E 70
Rigoni L. C C;T 69
Bertolacci C C;T 67
Veloso C M;C 67
Ninkovic C T;A 66
Centurion C W;A 60
Omeonga C C;T 60
Hiljemark C C 58
Salcedo C 58
Rodriguez F. C 52
Cofie C M;C 50
Morosini C T;A 50
Strasser C 40
Lapadula A Pc 72
Palladino A A 65
Pandev A A 58
Pellegri A Pc 58
Galabinov A Pc 55
Gakpé A A 50
CONDIVIDI