Guida asta fantacalcio 2019, i consigli per l’asta di riparazione (5/5)

0

Con il gong che è suonato ieri sera s’è chiuso ufficialmente questo mercato invernale di riparazione. Un mercato che si chiude ed un altro che si riapre, stiamo parlando del mercato di riparazione del fantacalcio 2019. Tra delusioni, sorprese e nuovi arrivi andiamo ad analizzare squadra per squadra i movimenti da fare per andare a “riparare” le rose del fantacalcio.

Guida asta fantacalcio 2019, i consigli per l’asta di riparazione (5/5)

SASSUOLO

CHI HA DELUSO

Chi si aspettava un cambio di rotta da parte di Domenico Berardi è rimasto deluso anche quest’anno. L’esterno offensivo del Sassuolo stenta a trovare la continuità di rendimento che qualche anno fa l’aveva portato ad essere tra i prospetti più interessanti del calcio italiano. Appena due reti segnate ed un assist, numeri scialbi per un talento come il suo. Al fantacalcio è da tenere ancora anche perchè sul mercato non c’è niente di più intrigante da giustificare l’abbandono del mancino neroverde.

Un’altra delusione fantacalcistica è sicuramente legata al nome di Federico Di Francesco. Dopo un inizio incoraggiante, con due assist e due reti, l’esterno ex Bologna s’è perso tra infortuni e difficoltà di rendimento. Questa seconda parte di stagione può essere quella del riscatto personale, ma occhio alla concorrenza di Djuricic e Boga che sicuramente non renderanno semplice il rilancio del figlio d’arte.

CHI HA SORPRESO

Senza dubbio il nome più sorprendente di questo inizio di stagione del Sassuolo è quello di Alfred Duncan. Il centrocampista centrale sembra essersi lasciato finalmente alle spalle i tanti infortuni che ne avevano compromesso lo sviluppo nelle ultime stagione ed è tornato su standard di rendimento altissimi. I tre gol ed i tre assist sono i numeri a supporto di una media voto di 6,43 ed una fantamedia di 7,14. Assolutamente niente male per un centrocampista centrale.

NUOVI ARRIVI

Nessun movimento interessante in entrata per il Sassuolo che ha salutato Kevin Prince Boateng, passato incredibilmente al Barcellona, ed ha accolto il rientro alla base del giovane Scamacca e l’arrivo del semisconosciuto Demiral dall’Alanyaspor, difensore turco con un passato in Portogallo allo Sporting Lisbona.

Con i saluti di Boateng troverà sicuramente maggiore spazio nell’undici titolare Babacar. L’attaccante ex Fiorentina può essere una bella scommessa da piazzare al fantacalcio qualora fosse libero. Se invece l’avete in rosa è il momento giusto per tenerlo e puntare su di lui.

Probabile formazione: Consigli; Lirola, Marlon, Ferrari, Rogerio; Duncan, Sensi, Locatelli; Berardi, Babacar, Djuricic.

SPAL

Lo straordinario avvio stagionale (nove punti in 4 gare, ndr), non aveva illuso i tifosi spallini ben consapevoli di dover vivere un’altra stagione di lotta nelle zone basse della classifica e così sembra essere anche se i 21 punti conquistati fino ad ora possono far stare sereni Semplici ed il suo staff, almeno per qualche turno di campionato ancora.

CHI HA DELUSO

Parlare di delusione fino in fondo non sarebbe giusto per un calciatore come Antenucci ma è indubbio che il capitano spallino non sta ripetendo i numeri della scorsa stagione. Con appena 3 reti realizzate ed una fantamedia di appena 6,03, l’attaccante della SPAL ha visto scemare il suo appeal fantacalcistico. Se l’avete in rosa forse dovreste pensare di cederlo per fiondarvi su altri nomi più interessanti.

CHI HA SORPRESO

Per un attaccante in fase calante, ecco un altro in fase ascendente. Stiamo parlando di Andrea Petagna. La fiducia dell’ambiente SPAL sembra aver dato una scossa al giovane attaccante scuola Milan che dopo alcuni campionati da attaccante di sponda sembra essersi finalmente trasformato anche in attaccante da gol. Già sette le marcature in stagione con la doppia cifra a portata di mano dell’ex Atalanta, finalmente attaccante che si sta dimostrando in grado di portare bonus al fantacalcio, con piacevole soddisfazione per chi aveva puntato su di lui ad inizio anno.

Da non sottovalutare anche il rendimento di Bonifazi che dopo un inizio in sordina s’è conquistato una maglia di titolare ai danni di un certo Vicari e gara dopo gara si sta dimostrando un difensore di assoluto livello con una fantamedia del 6,27.

NUOVI ARRIVI

Il mercato di gennaio ha portato due rinforzi in difesa per Semplici. Tra i pali è arrivato Viviano, deciso a dimenticare la pessima esperienza allo Sporting Lisbona. Un portiere che al fantacalcio può essere un ottimo terzo nome da affiancare ad un TOP.

L’altro nome è quello di Vasco Regini, centrale o esterno all’occorrenza, giocatore affidabile ma non di certo entusiasmante in ottica fantacalcio. Se siete a corto di difensori potete prenderlo, ma non aspettatevi granchè.

Probabile formazione: Viviano; Bonifazi, Felipe, Regini; Lazzari, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Fares; Petagna, Antenucci.

TORINO

Eterna incompiuta, la compagine granata quest’anno sembrerebbe essere in grado, finalmente aggiungiamo noi, di competere per una posizione in Europa. A sole due lunghezze dal 7 posto, che vorrebbe dire Europa League, gli uomini di Mazzarri nelle ultime giornate hanno dato una buona marcia al proprio rendimento.

CHI HA DELUSO

Sicuramente i due attaccanti del Torino, Zaza e Belotti, sono due delle delusioni più forti di questo inizio di fantacalcio. Il primo doveva rilanciarsi dopo le due stagioni spagnole al Valencia, ma non ha convinto, soprattutto nelle prime uscite stagionali, mentre il Gallo è in crescita rispetto ad un inizio di campionato disarmante ma le sole tre marcature fanno tremare tutti i fantallenatori che hanno puntato su di lui.

CHI HA SORPRESO

Due nomi si possono dividere le due fasi iniziali della stagione per quanto riguarda la casella delle sorprese. L’avvio di Meitè e l’ultima parte di Ansaldi. Il primo era partito a razzo, con due reti nelle prime quattro giornate e tante prestazioni di livello, poi il lento declino, ma al fantacalcio confidiamo nella sua ripresa in questa seconda parte di stagione.

Discorso inverso per Cristian Ansaldi che dopo essere partito con il solito infortunio, s’è rilanciato nelle ultime gare collezionando reti, assist ed ottime prestazioni, anche in un inedito ruolo da mezzala.

NUOVI ARRIVI

Nessun nuovo arrivo in questo mercato di gennaio per il Torino che ha pensato più che altro a sfoltire la rosa cedendo Lyanco, Edera, Soriano e Milinkovic-Savic.

Probabile formazione: Sirigu; Izzo, N’Koulou, Djidji; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meitè, Aina; Iago Falque, Belotti.

UDINESE

CHI HA DELUSO

Sicuramente la delusione in casa Udinese è rappresentata da Kevin Lasagna. L’attaccante bianconero, con appena 3 reti, non ha rispettato i pronostici di inizio stagione che lo davano molto probabilmente in doppia cifra dal punto di vista realizzativo. Quota che ci sembra molto lontana considerando anche le oggettive difficoltà offensive dell’Udinese di quest’anno. La cura Nicola, infatti, non sembra aver dato i suoi frutti, e l’Udinese continua a latitare nelle zone pericolose della classifica. L’arrivo di Okaka, inoltre, potrebbe togliere certezze all’ex Carpi, occhio perchè può essere un’arma a doppio taglio al fantacalcio.

CHI HA SORPRESO

Rodrigo De Paul è la sorpresa più bella di questo inizio di campionato dei bianconeri. Le sue qualità non erano in dubbio ma quest’anno sta trovando anche un’ottima continuità realizzativa arrivando già a 6 reti (suo record in Serie A). Da seconda punta di movimento, inoltre, l’argentino sta garantendo anche assist (2) ed una fantamedia di 6,88.

NUOVI ARRIVI

Il mercato di gennaio è servito all’Udinese per puntellare le varie zone di campo. In difesa l’arrivo di De Maio consentirà a Nicola di utilizzare con più frequenza la difesa a tre, con Samir ed Opoku che non hanno per niente convinto.

In mediana è arrivato Sandro, calciatore sempre interessante, ma frequentemente infortunato. Al fantacalcio non è altamente consigliabile. Infine, il ritorno di Okaka può essere una chiave di lettura anche della stagione di Lasagna. Se avete quest’ultimo potete pensare di prendere anche l’ex Watford soltanto per coprirvi in caso di “esplosione” dell’attaccante già in Italia con la Sampdoria e Roma.

Probabile formazione: Musso; De Maio, Troost-Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, Mandragora, Sandro, Fofana, D’Alessandro; De Paul, Lasagna.

PARTE 1/5

PARTE 2/5

PARTE 3/5

PARTE 4/5

CONDIVIDI