Inter – Cagliari: le pagelle

0

Inter – Cagliari 1-2

Inter

Handanovic 4,5: nel primo tempo è poco impegnato rispetto al collega del Cagliari, si limita ad intercettare e controllare i palloni ben respinti dalla coppia Miranda-Murillo. Nel secondo tempo è eccezionale sui tiri ravvicinati di Di Gennaro e Melchiorri, salvando i nerazzurri, ma nulla può sul gol di Melchiorri da distanza ravvicinata. Viene poi beffato dalla deviazione di Murillo sulla sua autorete che porta il vantaggio dei rossoblu, ma la sua uscita qualche secondo prima è imprecisa e maldestra.

Ansaldi 6: Gioca una buona partita il terzino di De Boer, Nel primo tempo si vede spesso in sovrapposizione a Candreva, liberando il centrocampista nerazzurro al cross. Nel secondo arretra il suo baricentro per difendere dall’offensiva di Murru. (dal 80′ Jovetic s.v.)

Murillo 4,5: Nella prima frazione di tempo si sente poco dietro, non per suoi demeriti ma per le scarse occasioni offensive procurate dalla squadra di Rastelli, controllando le ripartenze cagliaritane. Crolla nella ripresa: perde Melchiorri sulla rete del pareggio del Cagliari, poi propizia l’autorete di Handanovic, deviando un cross dello stessio Melchiorri, che beffa il portiere nerazzurro.

Miranda 5,5: Anche il brasiliano è poco impegnato durante il primo tempo. Insieme a Murillo, ferma le ripartenze dei sardi e cerca di impostare il gioco. Nel secondo va in difficoltà nei minuti prima del gol, perdendo Melchiorri e salvato da Handanovic, prima della rete dello stesso Melchiorri per il pareggio sardo.

Santon 6: Sufficienza per il terzino italiano, che si limita al compitino di difensore, fermando le azioni sterili di Pisacane, senza spingersi in avanti.

Medel 5: Bene nel primo tempo, pessimo invece nel secondo quando la squadra di Rastelli inizia ad attaccare. Non riesce a fermare le azioni degli uomini sardi, spesso venendo saltato e perdendo numerosi contrasti.

Joao Mario 7: Tanta quantità e qualità per il mediano azzurro, che spinge tanto nel primo tempo, propiziando le azione nerazzurre e portando la squadra di casa in vantaggio, dopo una respinta non perfetta di Storari. Soffre come tutta la squadra nel secondo tempo: cerca di far risalire i suoi, ma Medel non lo supporta a dovere.

Candreva 6: Corre, dribbla ma si nota che non è in forma. Sbaglia parecchi cross, molti anche semplici, azzerando tutte le azioni offensive create da Banega e Joao Mario. Nel secondo tempo è costretto spesso a ripiegare ed al 74′ viene sostituito da Eder. (dal 74′ Eder 5,5: cerca di risollevare le sorti nerazzurre, ma entra ormai in una partita già segnata)

Banega 6,5: Ormai sembra essersi ben adattato al gioco della nostra Serie A, rispetto alle sue prime uscite con i nerazzurri: crea gioco e da il via a tutte le azioni proposte dai nerazzurri durante il primo tempo. Al 60′ esce e l’Inter ne risente tanto, non avendo chi fornisse geometrie al proprio gioco. (dal 60′ Gnoukouri 5: Doveva aiutare per fermare le avanzate dei sardi, ma in campo si sente poco e nulla)

Perisic 6: Come Candreva, anche lui da molto durente le manovre offensive nerazzurre, ma è molto impreciso. Nel primo tempo, i suoi spunti mettono in difficoltà Pisacane, che spesso viene puntato e superato, permettendo al croato di puntare verso la porta. Nel secondo tempo manca il gioco nerazzurro e viene limitato dal opprimente pressing dei cagliaritani.

Icardi 4,5: Non è giornata per il capitano nerazzurro. In un clima difficile (contestazione della curva nord) l’argentino non riesce ad incidere: tocca pochi palloni in tutta la partita, sbagliando, inoltre, anche un calcio di rigore (tirato fuori).

Cagliari

Storari 6: Buona partita per l’estermo difensore del Cagliari, spesso chiamato in causa durante il primo tempo. Imperfetto solo durante la rete di Joao Mario per il momentaneo vantaggio interista, causa respinta corta anche se l’intera retroguardia sarda era distratta.

Pisacane 6: Soffre tantissimo Perisic durante il primo tempo, venendo spesso e volentieri superato. Nel secondo tempo, invece, entra con molta cattiveria, spiengendo molto e costringendo l’esterno croato ad arretrare per dare una mano a Santon.

Ceppitelli 6,5: Ha il difficile compito di fermare il bomber Icardi e ci riesce alla grande: il goleador nerazurro vede poche volte il pallone e, ancor di meno, riesce a calciare in porta.

Bruno Aves 5,5: Tante distrazioni per l’esperto centrale rossoblu, che procura un calcio rigore all’Inter per fallo su Icardi e sbagliando molti appoggi, che potevano far ripartire l’azione cagliaritana, in crisi durante il primo tempo.

Murru 5: Partita anonima per il terzino del Cagliari, andato in crisi sui dribbling di Candreva e spesso fermato da Ansaldi durante le sue (poche) azioni offensive.

Munari 5: Joao Mario lo fa impazzire con la sua qualità, andando in difficoltà durante tutto l’arco del match. Non a caso Rastelli decide di sostituirlo al 69′ (dal 69′ Isla 6: Al Cagliari serviva quantità per continuare il pressing all’Inter e lui non disillude le attese)

Tachtsidis 5: Brutta prestazione per il centrocampista greco. Sbaglia tanti contrasti nel primo tempo, innescando le azioni pericolose dei nerazzurri. Non fa di meglio ne secondo tempo, anche quando, ormai, il pallino del gioco era in mano alla sua squadra.

Padoin 6: Bene, invece, l’ex Juventus: con i suoi contrasti e le sue iniziative da respiro al Cagliari durante il primo tempo, mentre nel secondo si immedesima nel ruolo di regista, recuperando palloni ed innescando i suoi attaccanti.

Di Gennaro 6,5: Dopo un primo tempo sottotono (come tutta la squadra) suona la carica nella ripresa, impensierendo Handanovic, prima con un bel tiro a giro di poco fuori , poi con un tiro forte ma centrale. (dal 77′ Barela 5,5: Ricopre più il ruolo di mediano che di trequartista, ricevendo anche un giallo durante i minuti finali)

Sau 5,5: Ci si aspettava di più da un velocista come lui, ma il pressing nerazzurro del primo tempo lo costringe a ripiegare verso il centrocampo. Nel secondo tempo Rastelli lo sostituisce con Borriello, vedendolo in difficoltà nella metàcampo nerazzurra. (dal 60′ Borriello 6: Si vede poco sotto porta, ma i suoi tocchi danno il modo al Cagliari di salire verso l’area interista)

Melchiorri 7,5: Fenomenale. Dopo un primo tempo difficile, si fa carico della squadra segnando il gol del momentaneo pareggio cagliaritano con un bellissimo stop di tacco in area, propizziando poi l’autorete di Handanovic (suo il cross deviato da Murillo).

CONDIVIDI