Inter – Roma, le pagelle 2019

0

Inter – Roma 1-1

INTER

Handanovic 6,5: nulla da fare sul gran tiro di El Shaarawy, sicuro per il resto della gara, salva il risultato su Kolarov nel finale.

D’Ambrosio 6: qualche colpa sul gol giallo-rosso ce l’ha, si riscatta però, in costante crescita nella seconda metà, che culmina con l’assist.

Skriniar 6: sbaglia poco o nulla a differenza del compagno, bel duello con il panzer bosniaco.

De Vrij 5,5: alterna buone chiusure a qualche sbavatura di troppo, sul gol del vantaggio degli ospiti doveva fare di più.

Asamoah 6,5: in grande spolvero il ghanese che domina sulla propria fascia di competenza come ai bei tempi.

Borja Valero 6,5: quasi insufficiente nella prima metà, sale in cattedra e accompagna la squadra al pareggio dettando in maniera ottimale i tempi di gioco.

Vecino 6: solita costante nel centrocampo dei padroni, peccato per l’ammonizione che non farà contenti i suoi fanta-allenatori.

Perisic 6,5: come spesso è accaduto in stagione, il croato vive di momenti e lampi, stasera, dopo una prestazione dove è apparso più svogliato che altro, ha siglato il pareggio con un lampo dei suoi, croce e delizia.

Nainggolan 5: prestazione incolore per il grande ex della partita, primo sostituto dei nero-azzurri (dal 54′ Icardi 5,5: i suoi movimenti creano densità e pericoli in area di rigore, viene però cercato poco e nel complesso siamo sotto la sufficienza).

Politano 6: fa sempre tutto bene tranne quando si tratta di concludere a rete, partita giocata con buona intensità (dal 84′ Keita Balde: S.V.).

L. Martinez 6: Mirante gli nega il gol, lui lotta su ogni pallone e con l’uscita di Nainggolan mantiene qualità di prestazione anche da trequartista atipico (dal 79′ Joao Mario 5,5: Spaletti sperava che un palleggiatore come il portoghese potesse aiutare nell’assalto il finale, ma sbaglia troppi palloni e rischia quasi di diventare la causa della possibile sconfitta, facendo ripartire spesso i giallo-rossi).

ROMA

Mirante 6,5: super parata su Martinez, protegge bene lo specchio, sul gol non può nulla.

Florenzi 5,5: a correnti alterne, soffre particolarmente la crescita dei nero-azzurri nel secondo tempo.

Fazio 6,5: ottimo in marcatura dapprima su Martinez e poi su Icardi.

Juan Jesus 6: poco impegnato il brasiliano che si limita a raddoppiare e chiudere la sua zona di competenza.

Kolarov 6: meglio nel primo tempo dove riesce a spingere con costanza, sul finale un miracolo di Handanovic gli nega la gioia personale e i tre punti.

Cristante 5,5: quantità prima della qualità, che non servono in partite come queste, nervoso e giustamente ammonito nel secondo tempo.

N’Zonzi 6,5: bravo a fare da schermo difensivo, smista buoni palloni e contribuisce a diverse ripartenze giallo-rosse con i suoi recuperi.

Under 5: annullato da Asamoah, sembra non essere ancora rientrato pienamente dall’infortunio (dal 46′ Zaniolo 6: meglio del compagno, svaria tra le linee ma non trova il guizzo vincente).

Pellegrini 6: gli è mancata un po’ di precisione nell’ultimo passaggio ma per il resto tra buona corsa, incursioni pericolose e presenza in fase di copertura, si guadagna la sufficienza (dal 81′ Kluivert: S.V.).

El Shaarawy 6,5: primo tempo sensazionale, il gol è di pregevole fattura ma nei secondi 45′ cala vistosamente non risultando mai pericoloso.

Dzeko 6: vince diversi duelli aerei che aiutano la squadra a salire, bravo a trattare il pallone, il gol non arriva ma per la sufficienza tanto basta.

CONDIVIDI