Juventus – Cagliari, le pagelle 2018

0

Juventus – Cagliari, le pagelle 2018

JUVENTUS

Szczesny 6,5: sventa diverse situazioni pericolose.

Cancelo 5: svogliato e talvolta distratto in difesa, non la miglior prestazione di questo inizio campionato.

Bonucci 6,5: partita attenta anche se non facile vista la grinta degli attaccanti avversari.

Benatia 6: in sofferenza su Pavoletti e impreciso nei passaggi ma negli ultimi minuti di gioco salva il risultato due volte con ottimi interventi.

De Sciglio 6: si limita al compitino ma sbaglia poco e niente.

Bentancur 7: una delle migliori prestazioni in bianconero in assoluto; tanta quantità e anche buona qualità, come in occasione dell’assist per Dybala.

Pjanic 6: senza lode nè infamia ma la sensazione è che la stanchezza inizi a farsi sentire (Alex Sandro 6: entra per far rifiatare Pjanic, è bravo a dare equilibrio alla fase difensiva).

Matuidi 6: solita partita di grande quantità, meno incisivo del solito (dal 82′ Barzagli s.v.).

Douglas Costa 6: provoca l’autogol di Bradaric con un cross nel mezzo e fornisce un ottimo assist per Ronaldo che poi prende palo (dal 46′ Cuadrado 6,5: crea situazioni offensive importanti ma perde anche qualche pallone pericoloso; si riscatta mettendo il sigillo definitivo sulla partita).

Cristiano Ronaldo 6,5: non brillantissimo per buona parte della partita, si esalta negli ultimi 20 minuti di gioco quando sfiora più volte la gioia personale e infine manda Cuadrado al gol.

Dybala 7: dopo nemmeno un minuto manda allo sbando la difesa avversaria e segna un gran gol; sempre nel vivo della manovra fino alla fine della partita.

CAGLIARI

Cragno 6: non molto colpevole sui gol subiti.

Srna 6: mette in campo la sua esperienza per contenere le sortite di Ronaldo e De Sciglio e fa partire il cross da cui scaturisce il gol di Joao Pedro.

Pisacane 5,5: non una gara malvagia per il centrale del Cagliari che però ha il demerito di abboccare alle finte di Dybala dopo pochi secondi.

Ceppitelli 5,5: Stesso discorso del suo compagno di reparto.

Padoin 6: si limita al lavoro di contenimento e non fa malissimo visto che riesce a contenere per quel che può le sgroppate sulla fascia (dall’80’ Sau s.v.).

Bradaric 5: si rende autore di uno sfortunato autogol e rischia di concedere un rigore (dal 57′ Cigarini 5,5: non incide).

Ionita 6: regge il duello con Matuidi e si propone abbastanza anche in fase offensiva (dal 67′ Faragò 5,5: la sua presenza in mezzo al campo non si fa sentire).

Barella 6,5: tanto lavoro di interdizione e qualche buona giocata come il sombrero su Dybala con seguente tiro da fuori area che però si spegne sul fondo.

Castro 5,5: non riesce ad essere molto incisivo nella trequarti avversaria.

Joao Pedro 6,5: sempre molto propositivo in avanti, mette a segno un gol fantastico che porta i suoi sul momentaneo pareggio.

Pavoletti 6,5: lavora tantissimo per la squadra vincendo diversi duelli e si rende pericoloso in alcune occasioni offensive.

CONDIVIDI