Juventus – Milan, le pagelle 2019

0

Juventus – Milan 2-1

JUVENTUS

Szczesny 6: sicuro sul tiro insidioso di Calhanoglu nella ripresa, poco operoso per il resto.

Rugani 5,5: quando viene puntato va in difficoltà.

Bonucci 5: suo il grave errore che porta al vantaggio del Milan.

Alex Sandro 5: male da terzo di difesa, sempre in ritardo nelle chiusure.

De Sciglio 5,5: corre tanto, ma è poco preciso negli appoggi.

Bentancur 6: fa girare la squadra, non disdegnando qualche sortita offensiva.

Emre Can 6: costretto a chiedere il cambio per infortunio (dal 25′ Khedira 6: dà ritmo alla partita, anche se non al meglio della condizione).

Bernardeschi 6: a tratti è nel vivo del match con delle giocate illuminanti, deve però essere più continuo nei 90′ di gioco.

Spinazzola 5,5: anche per lui una gara priva di guizzi, ma con tante corse all’indietro. (dal 61′ Pjanic 6,5: dà la scossa alla squadra con il suo ingresso, suo l’assist decisivo per Kean).

Dybala 6: si guadagna il calcio di rigore che trasforma con freddezza, ma la sua non è una partita memorabile (dal 66′ Kean 7: conclusione precisa e perfetta per regalare i 3 punti alla Juventus, se non è un predestinato poco gli manca).

Mandzukic 6: si batte su tutti i palloni, ma non è ancora al meglio della condizione e si vede.

MILAN

Reina 5,5: non sempre sicurissimo tra i pali e sulle palle alte ha più di un’incertezza.

Calabria 5: da matita rossa l’errore in verticalizzazione che porta al secondo gol della Juventus. (dal 85′ Cutrone s.v.)

Romagnoli 6: si batte come un leone su tutti i palloni.

Musacchio 5: irruento ed impulsivo nell’azione del rigore della Juventus, se avesse temporeggiato non sarebbe successo niente.

Rodriguez 5,5: non sempre bene quando deve far ripartire l’azione.

Bakayoko 6: buone trame in mezzo al campo, suo il recupero palla decisivo per il gol di Piatek.

Kessie 5,5: prova di solita caparbietà, ma gli manca la lucidità e brillantezza.

Calhanoglu 5,5: ha un’occasione d’oro per calciare, ma non è freddo e preciso.

Suso 5: impalpabile per tutto il match. (dal 76′ Castillejo s.v.)

Piatek 6,5: un’occasione nitida e lui la trasforma in gol, sempre presente nell’area di rigore.

Borini 5,5: solita gara di voglia e corsa, ma gli manca la qualità per far male alla Juventus.

CONDIVIDI