Juventus – Parma, le pagelle 2019

0

Juventus – Parma 3-3

JUVENTUS

Perin 6: incolpevole sui tre gol subiti, attento sulle palle vaganti e nelle pochissime volte chiamato in causa

Spinazzola 5,5: meglio in fase di possesso, sfortunato sul pareggio dei ducali.

Caceres 6: lanciato titolare per evenienza, controlla bene Inglese, buona gara con sbavature quasi nulle.

Rugani 5,5: segna ma dovrebbe pensare anche a non far segnare gli avversari, non è facile sostituire i titolarissimi della difesa più forte d’Italia, rimandato.

Cancelo 5,5: premiamo le sue galoppate in entrambe le fasi, la sua qualità palla al piede permette ai bianco-neri di uscire spesso dal pressing avversario, in marcatura ancora deve migliorare però, non aiuta sull’inserimento di Barillà prima ed è in ritardo su Gervinho poi.

Matuidi 6: meglio in fase di non possesso, i piedi vanno aggiustati ma in copertura fa il suo, nonostante ciò, è lui a effettuare l’ultimo passaggio per Ronaldo in occasione del vantaggio.

Pjanic 6: detta bene i tempi di gioco, anche se alle volte ci si aspetta la giocata che non arriva.

Khedira 6: due pali che sottolineano la sua bravura negli inserimenti, la fortuna non è dalla sua parte (dal 79′ Bentancur: s.v.).

Douglas Costa 6: esce all’intervallo, forse per un problema fisico, qualche sortita offensiva e un buon recupero su Gervinho nei 45′ giocati (dal 46′ Bernardeschi 5,5: forse il colpo ricevuto dopo pochi minuti lo limita, poco presente in zona gol, esce infatti sul finale per infortunio (dal 84′ Emre Can: s.v.).).

Ronaldo 7: decisamente più in palla rispetto alle ultime uscite, ritrova Mandzukic al suo fianco e di conseguenza due gol.

Mandzukic 6,5: solita partita di sacrificio del croato che è bravo a duettare con Ronaldo, pescandolo con un assist. Sanguinosa la palla persa sul finale che dopo una serie di rimpalli, porta al 3-3 degli ospiti.

PARMA

Sepe 6: non impeccabile sul colpo di testa di Ronaldo, bravo a neutralizzare Khedira.

Gagliolo 5: soffre per 90 minuti, prima Douglas Costa, poi Cancelo lo fanno ammattire.

Bastoni 6: il migliore della retroguardia giallo-blu, partita di carattere allo Stadium, futuro roseo per l’ex-Atalanta.

Bruno Alves 5,5:si accoda alla prestazione complessiva della difesa degli ospiti, non è il colpevole ufficiale, ma un discreto complice.

Iacoponi 5: sovrastato da CR sul colpo di testa del 3-1, nel resto della gara a fasi alterne riesce a contenere, anche se troppo spesso la catena di sinistra arriva al cross o addirittura al tiro in porta.

Barillà 6: soffre Khedira nella prima metà, ripaga con la stessa moneta nel secondo tempo, inserimento alla Khedira e gol che porta i suoi nuovamente in partita.

Scozzarella 5,5: soffre l’elevato tasso tecnico del centrocampo bianco-nero, costretto a spendere il giallo ancora nella prima metà (dal 76′ Stulac 6: un buon quarto d’ora, porta freschezza e smista palloni con qualità).

Kucka 7: due assist e tanta legna in mezzo al campo, meglio in zona offensiva, giocatore che fantacalcisticamente può regalare qualche gioia in questo girone di ritorno (dal 86′ Sprocati: s.v.).

Biabiany 5: non dura un’ora la gara dell’ex-Inter che tocca tre palloni, perdendone due e regalandone un altro (dal 56′ Siligardi 6,5: decisamente un altro passo rispetto al francese, è uno dei protagonisti della rimonta giallo-blu).

Gervinho 7,5: i primi 45′ li utilizza per studiare gli avversari, nel secondo apprende e mette in pratica, il gol di tacco è una perla, il tap-in che porta il pareggio è la ciliegina sulla torta. MVP.

Inglese 6,5: cresce nella seconda metà, aiutando la squadra a salire, tante belle giocate, tra cui l’assist del 3-3.

CONDIVIDI