Lazio – Chievo: le pagelle 2019

0

Lazio – Chievo 1-2

Lazio

Strakosha 5,5: impreciso quest’oggi, soprattutto sul raddoppio di Hetemaj.

Patric 6: non sfigura. Finchè è in campo, la squadra regge. Esce per la follia di Milinkovic-Savic (38′ Parolo 6: ci prova subito, ma non riesce a timbrare il cartellino. Si spegne nella ripresa).

Acerbi 5: non dà sicurezza al reparto e diviene protagonista assoluto, in negativo, della disfatta biancoceleste.

Radu s.v. (17′ Luiz Felipe 5,5: meno colpevole di altri, ma fa poco o nulla per distinguersi in positivo).

Marusic 5: grave l’errore in occasione della seconda marcatura clivense. Poco lucido e concentrato.

Milinkovic-Savic 4: compie un gesto di follia assurda punito con una sacrosanta espulsione. A questi livelli, non dovrebbe commettere ingenuità del genere.

Badelj 5: spento, giustamente sostituito (57′ Correa 6,5: un palo clamoroso gli nega la gioia del goal. Bello l’assist per Caicedo).

Luis Alberto 5,5: partita comunque positiva, ma da un giocatore così Inzaghi si aspetta molto di più. Da segnalare, un’espulsione a fine partita per frasi ingiuriose rivolte all’arbitro.

Durmisi 5: fa rimpiangere Lulic.

Caicedo 6: così così la compatibilità con Immobile. Segna un goal inutile.

Immobile 5: assente ingiustificato. Si sbatte, cerca di pungere, ma oggi per lui e per la Lazio non è giornata. Il sogno Champions si allontana.

 

Chievo

Semper 6: si ritrova quasi per caso a difendere i pali della sua squadra dal primo minuto e lo fa splendidamente. Ottimo prospetto.

Depaoli 6,5: preziosissimo l’assist per il secondo goal della sua squadra. Senza fronzoli, dimostra di essere davvero un giocatore molto valido.

Bani 6,5: Annulla Immobile disputando una grandissima partita sotto il piano della qualità e della quantità.

Cesar 6: se la cava anche lui con Caicedo che, però, riesce comunque a segnare.

Barba 6,5: disputa una gara molto intelligente tatticamente grazie anche all’espulsione di Milinkovic-Savic. Attento e concentrato.

Vignato 7: giornata da incorniciare grazie al bel goal e ad una prestazione convincente. Campedelli si sfrega già le mani (78′ Kiyine s.v.).

Hetemaj 7: la sua partita è da cuore-Chievo: quello che è mancato per la salvezza. Bello l’inserimento per il goal.

Rigoni 6: più in ombra rispetto ai colleghi di reparto, ma non demerita (71′ Dioussé 6: svolge il compitino senza sfigurare).

Leris 6,5: spinge sempre con grande costanza ed incisività: una spina nel fianco per la retroguardia di casa.

Meggiorini 6: tanto lavoro sporco e qualche bella conclusione che avrebbe meritato miglior sorte.

Stepinski 6: come per Meggiorini, partita di grande sacrificio per conquistare una vittoria difficilmente pronosticabile 83′ Pellissier s.v.).

 

CONDIVIDI