Milan – Parma, le pagelle 2018

0

Milan – Parma 2-1

MILAN

Donnarumma 6: incolpevole sul goal, è poi chiamato in causa  solo dai suoi compagni di squadra  nel partecipare alla costruzione della manovra.

Calabria 6,5 : percorre con costanza la fascia mettendo traversoni interessanti, ha inoltre il merito di arginare un cliente scomodo come Gervinho.

Abate 6,5: schierato ancora centrale viste le innumerevoli defezioni, risponde con una prestazione da vero leader, è infatti impeccabile nelle chiusure  ed anche negli appoggi per i centrocampisti.

Zapata 6: buona prestazione per il colombiano, che con Abate forma un inedita ma affidabile coppia.

Rodriguez 6. gara attenta dello svizzero che si spinge poco in avanti.

Kessie 7: si perde Inglese in occasione del goal, ma è l’unico errore della sua gara, lo si vede infatti in ogni zona del campo. Ed è lui a trasformare il rigore con grande freddezza, esce infine stremato dal campo, e si vede anche negli ultimi minuti quando non riesce ad imbeccare il compagno libero.

Bakayoko 6: più a suo agio nella mediana a due, per caratteristiche fa infatti fatica da regista puro, la sua è comunque una prestazione positiva.

Mauri 5,5: dopo l’ottimo impatto avuto col Dudelange ci si aspettava qualcosa in più, partecipa infatti poco alla manovra  chiamando poco il pallone.(Da 53′ Borini 6: Dà grande dinamismo alla manovra dei suoi, peccato per alcune imprecisioni nell’ultimo appoggio che potevano arrotondare il risultato )

Suso 6: Quando tocca il pallone è sempre poesia pura,  non è però al meglio, non attacca infatti la fascia come suo solito.  ( Dall’87’  Castillejo s.v.)

Cutrone 7,5: prestazione da vero leone, che chiude una settimana da sogno dopo la doppietta in Europa League. Il goal poi  è da attaccante completo, recupera infatti lui stesso il pallone e  va a concludere l’azione con un a girata di puro istinto.

Calhanoglu 6: va un po’ a corrente alternata, ma qualche sua buona giocata è la conferma che è in netta ripresa rispetto ad inizio stagione.

PARMA

Sepe 6: come Donnarumma sui gol non ha colpe, ma dimostra personalità andando più volte al lancio lungo, che il più delle volte trova il compagno libero.

Iacoponi 5: gara da dimenticare per lui, non ne combina infatti una giusta e sbaglia anche i passaggi più semplici.

Bruno Alves 6: uno dei pochi del reparto arretro a mantenere la calma.

Bastoni 5: nettamente un passo indietro per il giovane di proprietà dell’Inter, è infatti suo il fallo di mano che porta al rigore, ed anche nel resto della gara non è sicuro nei suoi interventi.

Gagliolo 5: anche lui incerto in fase difensiva, non gli va meglio in avanti quando sbaglia un goal già fatto.

Grassi 5: viene messo per due volte davanti al portiere, ed in entrambe le occasioni sciupa malamente l’assist.(Dall’82’ Ceravolo s.v.)

Scozzarella 6,5: dimostra di avere un piedino niente male, è suo infatti l’assist per Inglese, ed ogni volta che va dalla bandierina sembra che possa nascere un occasione pericolosa. (Dal 78′ Stulac  5,5: in panchina nelle ultime uscite dei ducali, è presto spiegato il perché, sembra infatti poco sicuro sia nella conduzione della sfera che nel decidere a chi passare quest’ultima.

Barillà 5,5: in grande difficoltà nel contenere la fisicità di Bakayoko è Kessiè, si dà però un gran da fare coprendo una grande porzione di campo.

Gervinho 5: indicato da molti come pericolo numero uno visto l’ottimo momento di forma, non riesce a rendersi mai pericoloso, è poi costretto ad uscire in seguito ad un problema muscolare.(Dal 62′  Ciciretti 5,5: non riesce ad incidere, sembra infatti poco lucido nella gestione del pallone, mentre dovrebbe cercare creare superiorità numerica).

Inglese 7: si dà un gran da fare per la squadra ed ha il gran merito di portare in vantaggio i suoi con una splendida incornata.

Biabiany 6: gli manca il ritmo partita, ma quando accelera fa male, si sacrifica inoltre nel finale quando D’Aversa decide di schierarlo mezz’ala durante il forcing finale.

CONDIVIDI