Napoli – Roma: le pagelle

0

Napoli – Roma 1-3

Napoli

Reina 6: nel primo tempo non può nulla sul gol come nel secondo su quello di Salah, sbaglia sul secondo gol del bosniaco confermando il momento non perfetto, nel finale però evita che il risultato peggiori più di una volta.

Hysaj 5,5: sicuramente marcare Dzeko sui calci piazzati per un difensore non dev’essere la cosa più facile del mondo, ma farlo in quel modo condiziona una buona prestazione.

Maksimovic 6: si prende qualche rischio in uscita che in un paio di occasioni potrebbe costargli ma fa comunque del suo meglio per arginare le ripartenze romaniste.

Koulibaly 5,5: fa tutto lui praticamente. Un recupero strepitoso al 15′ minuto del primo tempo, un errore altrettanto incredibile cause del primo gol di Dzeko il fallo, ancora, su Dzeko che porta al secondo poi decide di farsi perdonare qualcosa segnando il 2 a 1 con uno stacco imperioso e in fine sempre su Dzeko una chiusura altrettanto incredibile a tempo scaduto.

Ghoulam 5,5: spinge tantissimo, un tiro dalla destra impegna e non poco il portiere romanista nel primo tempo, dipinge un cross perfetto dalla bandierina che porta al gol del Napoli e ci prova pure su punizione. Mezzo voto in meno per quel fuorigioco sbagliato che lascia tutto il campo a Salah libero di timbrare il 3 a 1 finale.

Allan 5: nel primo tempo è praticamente dappertutto ma quando cala il centrocampo napoletano ne risente in modo incredibile, forse anche troppo.

Jorginho 6: non sbaglia un passaggio, lettura praticamente perfetta del gioco per tutto il primo tempo, poi i suoi compagni di reparto lo lasciano in balia delle ripartenze avversarie e non può farci granchè.

Hamsik 5,5: prestazione tra alti e bassi, difficile da giudicare per i grandi inserimenti del primo tempo e il calo di condizione del secondo tempo che lo porta al cambio (dall’.

Callejon 6,5: Juan Jesus non lo prende una volta che è una, salta sempre l’uomo e mette in mezzo palle pericolose per 75 minuti poi il cambio (dal 76′ El Kaddouri 5: entra quello che probabilmente fino ad allora era il più in partita tra i suoi, in un momento in cui serve lucidità non ne porta nemmeno un po’)

Gabbiadini 4,5: i compagni non è che non lo cercano, però manca sempre quel qualcosa, un passo, un dribbling, un tiro, gira per il campo impalpabile fino all’immancabile sostituzione sprecando un’altra occasione (dal 57′ Mertens 6,5: viene ammonito per proteste sul fallo che prota al secondo gol della Roma ancora prima di entrare giusto per far capire quanta voglia abbia di scendere in campo, solo Szczesny gli nega la gioia del gola con una parata incredibile)

Insigne 5,5: nei primi 30 minuti è imprendibile ma dimostra ancora una volta di non poter durare una partita intera.

Roma

Szczesny 6,5: nel primo tempo rischia tantissimo con un’uscita bassa da brividi, forse potrebbe qualcosa di più sul gol subito e questo conferma la sua carenza nel fondamentale ma la parata su Mertens è spettacolare e vale davvero un gol.

Florenzi 6,5: meglio quando attacca che quando difende, all’inizio sembra soffrire un po’ troppo Perotti ma poi la sua spinta costringe anche l’avversario ad abbassare i ritmi. Gran cross per la testa di Dzeko.

Manolas 6: oggi si lotta un po’ meno sulle palle alte e il suo fisico non è così decisivo, il che lo porta a soffrire più del solito, ma nonostante questo una buona prestazione.

Fazio 6,5: letteralmente bombardato, uno scudo per Szczesny, oggi il migliore della retroguardia romanista.

Juan Jesus 5: nei primi 25 minuti verrebbe saltato da chiunque, scivola, cade, alla lunga migliora ma giusto quel tantino da portarlo ad un buon salvataggio su Callejon e non costargli un’insufficienza grave (dal 71′ Emerson Palmieri 6: esegue il suo compito senza stra fare e senza creare paricolari disagi a differenza di chi sostituisce)

De Rossi 6,5: il lavoro sporco è di sua competenza, lui lo sa e sfodera una di quelle prestazioni importanti alla De Rossi, impreziosisce il tutto con una palla perfetta che porta al definitivo 3 a 1.

Paredes 6 : non è la sua partita migliore e ad inizio partita soffre tantissimo il ritmo, poi cresce insieme ai suoi compagni e strappa una sufficienza importante.

Salah 7,5: le ripartenze sono tutte sue già nel primo tempo, il primo gol è un regalo che decide di fare a Dzeko, la facilità di corsa con la quale si invola all’85’ verso la porta avversaria è incredibile.

Nainggolan 6,5: assist stupendo nel primo tempo per Dzeko che però viene chiuso, si mangia le mani per un tiro dal limite servito da Salah al 20′, per il resto partita da combattente condita da qualche buono spunto. (dal 79′ El Sharaawy 6: Entra e ha subito l’occasone di far male ma si fa ipnotizzare da Reina)

Perotti 6: quel tiro a giro grida ancora vendetta, conclusione da giocatore sopraffino, cala con il passare del tempo costretto anche a una fase difensiva più dispendiosa rispetto a quella dell’egiziano (dal 90′ Gerson: SV)

Dzeko 7,5: Una domanda assilla fantacalcisti e soprattutto romanisti, quello dello scorso anno era il gemello scarso del bosniaco? Corre, pressa, nel primo tempo alza il baricentro della Roma subendo falli e tenendo il pallone quando il Napoli avanza troppo, due gol da centravanti puro, non spreca il cioccolatino di Salah e senza nemmeno staccare timbra di testa il 2-0. Al 95 potrebbe firmare la tripletta ma la stanchezza è troppa. Per non farsi mancare nulla si fa pure ammonire.

CONDIVIDI