Palermo – Empoli: le pagelle

0
Tifosi Sampdoria @Getty Images
Tifosi Sampdoria @Getty Images

Palermo – Empoli 2-1


Palermo 

Fulignati 7: parata da vedere e rivedere sulla punizione di Zajc. Nel finale nulla può per evitare il gol di Krunic.

Cionek 5,5: autore del buco sulla sponda di Thiam che apre le porte del gol all’Empoli.

Gonzalez 6: più attento del solito sugli avanti toscani.

Goldaniga 6: una delle migliori prestazioni del suo campionato, in una serata in cui non contava più nulla. Già questo racconta tutto.

Rispoli 6,5: conclude il suo campionato da sogno con un cross da manuale del calcio per la testata di Nestorovski. Capitano indomito.

Ruggiero 5: ha pagato l’emozione dell’esordio in serie A, partita totalmente anonima. (dal 60′ Bruno Henrique 6,5: Dioussè gli regala il gol, lui lo impreziosisce col pallonetto. Per il resto la sua stagione rimane fallimentare.)

Jajalo 6: ci mette tutta l’intensità necessaria in mezzo al campo. (dal 74′ Balogh sv)

Chochev 6: più combattivo e grintoso del solito, fa sentire la mancanza di qualche inserimento in più. Può migliorare molto.

Aleesami 6: le sgroppate che lo contraddistinguono non le risparmia nemmeno stasera, ma non trova l’incisività necessaria per accompagnarle.

Diamanti: nel nervoso finale di gara si prende parecchi calci dai difensori empolesi. Non accende mai la miccia della creatività, ma stasera non occorre. Partita si sostanza. (dal 82′ Lo Faso sv)

Nestorovski 6,5: ha due palloni buoni, ed uno finisce in rete. Perfetta media da bomber.

Empoli

Pelagotti 5: l’errore sul secondo gol rosanero è in coabitazione con Diousse. Hanno steso un tappeto rosso a Bruno Henrique. In questo sciagurato gesto si racchiude la fotografia della serata dell’Empoli: un disastro.

Laurini 4,5: gli scappa via persino Diamanti, che ha faticato a rimanere in campo per tutta la stagione.

Bellusci 5: lui e Costa si fanno beffare a difesa schierata sul colpo di testa di Nestorovski, certi errori sono imperdonabili.

Costa 4,5: appare troppo nervoso nel finale, quando capisce che la serie B non è più solo un brutto sogno ma la cruda realtà. Sul gol di Nestorovski è troppo svagato.

Pasqual 5: mancano le gambe e la freschezza atletica per trascinare i suoi compagni fuori dal baratro.

Krunic 6: non si fa vedere spesso durante il match, ma quando lo fa risulta sempre pericoloso. Conclude a rete in due occasioni ed in entrambe sfiora il vantaggio. Nel finale si regala anche l’effimera gioia del gol personale.

Diousse 4: si addormenta in occasione del secondo gol del Palermo aprendo un’autostrada a Bruno Henrique. Troppo leggero sia mentalmente che in termini di esperienza per questi livelli.

Croce 6,5: la vera anima di questa squadra. Lotta in maniera ammirevole dal primo fino all’ultimo minuto. Sembra essere l’unico a rendersi conto che ci si sta giocando la salvezza.

Zajc 5,5: impiega mezz’ora per accendersi, poi pennella una punizione all’incrocio che Fulignati toglie letteralmente dal sette e sfiora il gol in diagonale. Due fiammate che non bastano a fargli guadagnare la sufficienza. (dal 60′ Pucciarelli 5: praticamente inutile il suo ingresso in campo, non si rende mai pericoloso.)

Maccarone 4: si divora letteralmente un gol già fatto, preferendo un’inspiegabile assistenza a Krunic piuttosto che la conclusione a tu per tu con Fulignati. Totalmente assente per i 57 minuti in cui rimane in campo. (dal 58′ Marilungo 5: più combattivo di Maccarone, ma non ci voleva molto.)

Thiam 5,5: alza di mezzo voto il giudizio grazie alla sponda volante con cui apparecchia il +3 di Krunic. Nel primo tempo si fa ricordare per una conclusione orribile di stinco.

CONDIVIDI