Parma – Napoli, le pagelle 2019

0

Parma – Napoli 0-4

PARMA

Sepe 4,5: se sugli altri gol può molto poco, sul primo commette un errore gravissimo.
Iacoponi 4,5: il Napoli dalla sua sfonda con troppa facilità, Hysaj lo gioca e lui si lascia beffare.
Alves 5: in ritardo sul vantaggio azzurro, poco aggressivo sul tris, giornata difficile per il portoghese.
Gagliolo 4,5: parte con qualche difficoltà, poi si lascia prendere dal nervosismo e finisce per fare più di un errore.
Gobbi 5: che sarebbe stata una gara di sofferenza si sapeva ma da un giocatore così esperto era lecito attendere di più.
Machin 5: l’unica scusante l’esordio assoluto in A ma mostra troppe lacune per il massimo torneo (dal 53′ Siligardi 5,5: parte bene, guida l’assalto dei suoi poi lentamente si spegne ed esce dalla gara).
Rigoni 5: il giallo in avvio di gara lo limita ma è figlio di una gara in un ruolo che lo frustra, si sente imbrigliato.
Kucka 5: prova ad esser le tambureggiante ma finisce per farsi imbrigliare nella rete da Allan e Ruiz.
Biabiany 4,5: gioca una gara sottotono per il poco spazio in profondità e tanto lavoro spalle alla porta, poi regala il tris al Napoli. Gara amara (dall’83’ Gazzola s.v.).
Gervinho 6: unica vera nota lieta della gara, prova ad accendersi, aggredire gli spazi, suona la carica ma Meret è presente (dal 78′ Schiappacasse s.v.).
Inglese 5,5: lotta come un leone e qualche pallone riesce a gestirlo ma troppo abbandonato dai suoi nelle maglie azzurre.

NAPOLI

Meret 6,5: gioca più con i piedi che con le mani per buona parte di gara, poi Gervinho chiama e lui risponde alla grande.
Malcuit 6: ha una voglia di fare e di incidere che lo portano ad emergere ma è irruento e commette qualche errore di troppo.
Maksimovic 6,5: tiene a bada bene Inglese, non soffre la vivacità degli esterni crociati nonostante la forma precaria (dal 46′ Luperto 6: entra subito in gara ed è abile a tenere botta nel momento di maggiore pressione del Parma).
Koulibaly 6,5: si impone come al solito, fisico e grinta, un ennesima prestazione da mettere in cascina.
Hysaj 6,5: di solito è timido sul lato debole, però dopo l’assist cresce in fiducia e riesce a dire la sua in più occasioni.
Callejon 6,5: il solito tuttofare della fascia azzurra, difficile trovare un difetto nelle sue prestazioni sebbene arrivi poco in zona bonus.
Ruiz 6: il lavoro in mediana lo allontana dalla zona calda, costretto ad un gioco lineare non riesce ad essere efficace come vorrebbe.
Allan 6,5: la gara di oggi poteva essere un insidia col centrocampo muscolare del Parma. Ne esce alla grande.
Zielinski 7: si è ritagliato il suo ruolo, come intermedio, prima efficiente ora efficace anche se Sepe lo aiuta (dal 74′ Verdi 6,5: pochi palloni, molta corsa ma riesce a propiziare il poker).
Mertens 5,5: si muove tanto alla ricerca del pallone e degli spazi giusti, ci riesce solo a tratti.
Milik 7,5: risponde con una nuova buona prestazione, determinata e volitiva, due gol di tecnica e testa (dall’80’ Ounas 7: entra e segna, l’algerino è in un momento di forma importante).

CONDIVIDI