Sampdoria – Verona, le pagelle 2018

0

Sampdoria-Verona 0-0

Sampdoria

Viviano 6: i giocatori del Verona gli regalano una domenica di riposo.

Bereszynski 6: approfitta dello spazio concessogli dai suoi avversari andando spesso sul fondo per crossare.

Silvestre 6,5: la velocità di Kean potrebbe metterlo in difficoltà, ma lui lo argina con grande esperienza.

Ferrari 6: in difesa non corre particolari pericoli, e paradossalmente si fa notare  più per le sue giocate nell’area avversaria.

Murru 6: disputa una partita diligente, in fase offensiva poteva però fare qualcosa in più.

Barreto 7: trova il goal del vantaggio dopo un digiuno durato più di un anno, mentre il suo lavoro a centrocampo è fondamentale per la squadra. (Dall’87’ Verre s.v.)

Torreira 6,5: leader carismatico del centrocampo blu cerchiato è lui a dettare i tempi di gioco della squadra.

Linetty 6: nessun acuto personale oggi per il polacco, che però disputa comunque una gara positiva.

Caprari 6,5: nel primo tempo illumina la gara con le sue giocate, mentre nella ripresa dopo l’ottimo assist per Barreto cala notevolmente.( Dal 72′ Alvarez 6: nei minuti in cui è in campo mette a disposizione la sua fisicità per  allungare la squadra ospite.

Quagliarella 7: sempre nel vivo della manovra, glaciale dal dischetto per l’ennesimo gol stagionale.

Zapata 5: tanto lavoro oscuro e ripiegamenti sino alla sua metà campo difensiva, ma là in avanti spreca davvero troppo.(Dal 60′ Kownacki 6: entra subito in gara  m mettendo in apprensione la difesa avversari, ma la voglia di andare in rete lo porto ad essere fin troppo egoista)

Hellas Verona

Nicolas 6,5: tiene a galla i suoi nel primo tempo, nella ripresa non può invece far nulla sui goal dei doriani.

Romulo 5,5: incerto in fase difensiva, in avanti  viene invece facilmente arginato dai padroni di casa.

Caracciolo 5,5: sufficiente nel primo tempo, nel secondo cala insieme alla sua squadra.

Vukovic 6. tra i più positivi dei veronesi, dimostra di essersi già adattato al calcio italiano.

Fares 5,5: dalla sua parte arrivano i maggiori pericoli, e lui dimostra di non avere una grande attitudine difensiva,al contrario si rende protagonista di qualche buona sgroppata in proiezione offensiva.

Aarons 5,5: mette in mostra le sue qualità palla al piede, m paga la scarsa condizione fisica.(Dal 59′ Verde 6: cerca da subito di mettere in difficoltà gli avversari con la sua tecnica,nelle prossime gare merita forse una maglia da titolare).

Valoti 5,5: ad inizio gara è tra i più volenterosi, ma alla lunga viene ingabbiato dal centrocampo di mister Giampaolo, ed è infine lui  causare il rigore che chiude di fatto la gara.

Buchel 5,5: corre come un dannato, ma lo fa in modo casuale e non riesce a fare molto per i suoi. (Dall’83’ Felicioli s.v.)

Matos 5: la sua presenza  in campo si nota unicamente nei primi minuti quando tenta senza successo un paio di giocate in velocità, poi il nulla.

Petkovic 5: promosso titolare dopo la partenza di Pazzini(Dal 66′ Calvano 5,5:rispolverato da Pecchia nelle ultime partite, l’ex Milan non da nulla ai suoi scaricando sempre il pallone in orizzontatale)

Kean 5,5: le sue qualità sono sotto gli occhi di tutti, ma deve ancora imparare a rendersi utile in partite difficili come quella odierna, tende infatti a cercare ancora troppo la giocata individuale.

CONDIVIDI