SPAL – Inter, le pagelle 2018

0

SPAL – Inter 1-2

SPAL

Gomis 6,5: sempre sicuro negli interventi, tiene in vita i suoi in almeno due occasioni.

Cionek 6: tiene bene su chi orbita nella sua zona di campo.

Felipe 5,5: partita macchiata dal grave errore di lettura nell’azione del 2 a 1, quando retrocede e lascia in gioco Icardi.

Djorou 5,5: sfortunato nell’azione del primo vantaggio nerazzurro, ma il resto della sua gara è ricca di incertezze.

Lazzari 6,5: imprendibile sull’out destro, sfugge spesso ad Asamoah, merita altri palcoscenici.

Missiroli 5,5: fumoso e poco concreto, corre tanto, ma spreca anche molte palle. (dall’85’ Moncini s.v.)

Schiattarella 6: tanta qualità, oltre alla quantità, un calciatore completo con Semplici.

Valoti 6: anche per lui una gara di grandissima corsa, sfiora il gol in più occasioni. (dal 79′ Luiz s.v.)

Fares 5,5: tanta corsa, ma anche tanta irruenza e qualche errore di troppo.

Petagna 6: gara di grande lotta per l’attaccante spallino, spesso fa reparto da solo, deve solo migliorare sotto porta per essere un attaccante di primissimo livello.

Antenucci 5: grave l’errore dal dischetto che poteva cambiare la partita, da quell’errore non si riprende. (dal 66′ Paloschi 6,5: entra e rimette in piedi la SPAL con un gol da attaccante d’area di rigore).

INTER

Handanovic 7: tiene a galla i suoi nel momento migliore della SPAL con due, tre interventi decisivi.

Vrsaljko 6: torna titolare sull’out destro e spinge con discreta continuità, buona prova.

Skriniar 6,5: gigantegga in difesa su tutti i palloni, chiude sempre regolarmente.

Miranda 5: incerto nell’azione su Felipe quando allunga il piede e colpisce il difensore della SPAL, in ritardo anche nella chiusura su Paloschi nell’azione dell’1 a 1.

Asamoah 5,5: soffre maledettamente la velocità di Lazzari, non lo prende praticamente mai.

Vecino 6: tanta solidità in mezzo al campo, ci mette grande corsa.

Borja Valero 5: asfissiato dal pressing della SPAL, sbaglia tanti appoggi non da lui. (dal 77′ Martinez s.v.)

Nainggolan 6: prestazione di grande sostanza anche per lui, si inserisce con regolarità ma non è preciso.

Perisic 6: dovrebbe sacrificarsi per coprire su Lazzari ma non lo fa mai e mette in difficoltà Asamoah, ma firma l’assist decisivo per Icardi.

Keita 5: ci mette voglia e corsa, ma è inconcludente. (dal 67′ Politano 6: entra col piglio giusta e dà linfa all’attacco nerazzurro).

Icardi 7,5: ancora una volta decisivo, un tiro e mezzo in porta per siglare due reti e portare tre punti alla sua Inter. (dall’81’ Gagliardini s.v.)

CONDIVIDI