Udinese – Milan, le pagelle 2018

0

Udinese – Milan 0-1

UDINESE

Musso 6,5: para tutto ciò che gli è possibile, ma sul goal di Romagnoli non può nulla.

Opoku 4,5: non sempre sicuro, chiude una brutta gara con l’errore che condanna i suoi alla sconfitta.

Troost-Ekong 5,5: non riesce a contenere né Suso né Castillejo, ma a differenza dei suoi compagni di reparto cerca di tenere la posizione.

Samir 5: in più di un’occasione distratto, si fa sorprendere infatti quasi sempre fuori posizione.

Pussetto 6,5: parte a mille mettendo in crisi i rossoneri con la sua velocità, in leggero calo invece nella seconda frazione di gara. (Dall’84’ Balic s.v.)

Ter Avest 6,5: allesordio dal 1′ dopo un lungo infortunio, il terzino olandese non demerita e dimostra si essere un prospetto interessante  (Dall’84’ Nuytinck 4,5: entra per cercare di dare solidità al reparto, al contrario si fa espellere per un fallo da dietro quantomeno evitabile).

Mandragora 6,5:detta alla perfezione i tempi della squadra, in più ci mette anche fisicità.

Fofana 6: in campo visto l’infortunio di Barak poco prima della partita, mette pressione agli avversari, cala però alla distanza.

Stryger Larsen 5,5: non spinge come al solito, anche per la presenza di Suso che gli crea notevoli difficoltà.

Lasagna 6: prova ad inserirsi alle spalle del distratto Zapata in più di un occasione mettendo il colombiano in grande difficoltà, solo Donnarumma ed una leggera mancanza di precisione gli negano il goal.

De Paul 5,5: non ispirato come nelle ultime giornate, in più di un’occasione pecca infatti di imprecisione. (Dal 92′ D’Alessandro s.v.).

MILAN

Donnarumma 6,5: primo clean sheet stagionale per lui, che si fa trovare pronto nelle poche occasioni in cui è chiamato in causa.

Abate 6: attento dietro, spinge soprattutto nell’ultima fase di gara

Zapata 5,5: non ha sempre l’atteggiamento giusto, rischia infatti di farsi sorprendere dalla velocità Lasagna.

Romagnoli 8: perfetto in fase difensiva, realizza poi il goal decisivo nel recupero ripetendo l’exploit di mercoledì, chiudendo così una settimana da bomber di razza, che dire, chapeau!!

Rodríguez 6,5: vista la presenza di Laxalt agisce quasi da regista arretrato, ruolo più congeniale alle sue caratteristiche, anche se non disdegna qualche sgroppata lungo l’out mancino.

Suso 7: è in un periodo di forma strepitoso, ed anche stasera ogni volta che tocca palla sono dolori per gli avversari, ha poi l’enorme merito di appoggiare il pallone all’accorrente Romagnoli, grazie al qual si fa perdonare qualche imprecisione sotto porta.

Kessié 6: non ancora al meglio dopo l’affaticamento muscolare, non fa mancare però il solito impegno in mediana.

Bakayoko 6,5: a dir poco rinato dopo le scorie di inizio stagione, mette grande fisicità  a centrocampo, distribuisce inoltre discretamente il pallone.

Laxalt 5,5: sempre propositivo in fa se offensivo, oggi però è un po’ disordinato ed in difesa non riesce a dare la giusta copertura. (Dal 73′ Borini 6,5: positivo il suo ingresso in campo, mette notevole pressione ai bianconeri e tocca il pallone con intelligenza).

Higuaín 6: parte forte andando anche vicino al goal, ma è costretto ad uscire in seguito ad uno scontro di gioco. (Dal 35′ Castillejo 6,5: crea notevoli pericoli ai padroni di casa con la sua tecnica in velocità, deve solo aggiustare la mira e migliorare l’intesa coi compagni ).

Cutrone 6: grande movimento per lui, non riesce però a trovare il guizzo giusto.

 

CONDIVIDI