Chievo, come cambia con l’arrivo di Ventura

0
Guida asta fantacalcio Chievo Verona 2018
Chievo Verona @ ICDF

Manca solo l’annuncio, ma è questione di ore, per il ritorno in Serie A i Giampiero Ventura. L’ex-ct della nazionale italiana andrà a sostituire l’esonerato Lorenzo D’Anna sulla panchina del Chievo, alla ricerca di una salvezza che, dopo queste prime difficili giornate, appare sempre più una chimera. Andiamo a vedere come

Chievo, come cambia con l’arrivo di Ventura

Cambia tutto – L’approdo sulla panchina clivense dell’ex-tecnico di Torino e Napoli, tra le altre, potrebbe significare una svolta tattica radicale per il Chievo. Come ben sappiamo Ventura ha fatto le sue fortune con la difesa a 3 ed è improbabile che al Chievo non cerchi di importare il suo credo tattico come ha fatto, con risultati deludenti, anche con la Nazionale. Un cambio smorza con una storia di variazioni sul tema della difesa a 4 smorzata solo da Corini tra il 2013 e 2014. Vero anche che gli uomini per questo modulo ci sono vista l’abbondanza di centrali e quella di esterni di buona gamba. Tutto da decifrare però l’assetto offensivo perché sebbene continuerà il dualismo Djordjevic-Stepinski, molto cambierà per Giaccherini e Birsa che potrebbero ritrovarsi a giocarsi l’ultima maglia disponibile a ridosso della punta, sempre che non rivedremo Giaccherini andare a fare il jolly come ai tempi della Juventus.

3-5-2: Sorrentino; Barba, Rossettini, Tomovic; Cacciatore, Obi, Radovanovic, Rigoni, Depaoli; Giaccherini, Stepinski.

Cambia nulla – Eppure niente, si va avanti col 4-3-3 o meglio con un vero 4-3-3, Ventura ha sempre impostato squadre propositive, sicuramente solide, ma propositive e quindi Giaccherini e Birsa più alti rispetto a quanto visto adesso, con poche libertà in più ma molto più vicini alla punta. Solo congetture al momento, quindi, ma essendoci molti giorni di lavoro da qui all’esordio in campionato, davvero tutto può essere.

CONDIVIDI