3 difensori da schierare: 23a giornata

Bentornati da ICDF! Eccoci arrivati alla 23a giornata di campionato di serie A per quanto concerne la difesa.

Reparto importante per chi cerca bonus da sommare ai centrali e agli avanti ma reparto fondamentale per chi gioca con il modificatore dove un 6,5 può voler essere la differenza tra uno zero ed un più 3. Ecco qui, allora, i nostri consigli.

Godin (Cagliari, in casa, opposto al Torino): certo non è la squadra più in forma del campionato quella rossoblu del capoluogo sardo ma Diego è Diego e con l’arrivo di Rugani probabilmente ha iniziato a sentirsi anche responsabilizzato nell’insegnamento. Nell’ultima partita, persa nei minuti finali,  è stato uno dei migliori in campo e contro il Torino, davanti di due punti, è la classica partita per la salvezza. Per l’esperienza navigata nei momenti difficili, puntiamo su di lui.

Hakimi (Inter, fuori casa contro il Milan): la scorsa volta (ottobre 2020) il Milan aveva strappato la vittoria e lui era stato comunque uno dei migliori dei nerazzurri risultando vincitore ai punti nello scontro con Theo Hernandez. In questa partita di ritorno l’Internazionale arriva dopo aver appena conquistato il primo posto ai danni proprio della rivale cittadina ed una vittoria targata Antonio Conte potrebbe risultare importantissima in chiave morale. Noi tiferemmo fino all’ultimo per l’alternanza (lo spettacolo ne gioverebbe) ma l’Inter appare più in forma in questo scorcio di stagione.

Gosens (Atalanta, in casa contro il Napoli): i casi sono due. O il Napoli esce rinforzato psicologicamente dalla vittoria contro la Juventus ed allora la partita contro i bergamaschi sarà molto combattuta e bella da vedere. Se però il trend stagionale dei partenopei sarà confermato, ne verrà fuori una partita a senso unico a favore dell’Atalanta. E’ lontano infatti il 4 a 1 per la squadra di Gattuso timbrato nella 4a giornata anche se, ad onor del vero, sta per ricominciare la Champions e Gasperini ha capito bene da dove arrivano i soldi veri. Noi puntiamo su Gosens a rischio di sembrare banali e di attirarci le critiche dei fantacalcisti che cercano la dritta.

46 anni, progettista aeronautico e navale, nato in Kenya, da sempre cittadino del mondo, un bimbo di due anni con cui mi perdo a giocare ed una moglie fantastica. E 25 anni di fantacalcio...