Milan: di quanto si è apprezzato l’11 titolare da inizio stagione?

Milan, una stagione di crescita in termini di punti e valore

Dopo 28 partite giocate, il Milan di Pioli è al secondo posto in classifica a 6 lunghezze distanza dai cugini nerazzurri. La squadra rossonera sta vivendo una stagione al di sopra dei pronostici di inizio stagione, lasciandosi alle spalle squadre che in partenza erano date come in lotta per la vittoria finale.

Il bilancio di questa parte di stagione nella Massima Serie recita 18 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte, 59 punti in classifica dopo 28 gare giocate, 53 gol fatti e 33 gol subiti, numeri davvero importanti per una squadra che partiva senza i favori del pronostico.

Noi di ICDF abbiamo voluto analizzare di quanto si è apprezzato l’11 tipo del Milan da inizio stagione ad oggi utilizzando i dati di Transfermarket. Ciò ci ha permesso di valutare quali giocatori hanno avuto una crescita importante sul campo, testimoniata anche da una crescita del loro valore di mercato. Per calcolare la variazione di quotazione dei calciatori abbiamo utilizzato come valori iniziali quelli riferiti all’agosto 2020 (termine della passata stagione), mentre il valore attuale è l’ultimo valore disponibile per ogni giocatore (dicembre 2020 o marzo 2021).

Analisi delle valutazioni di mercato dell’undici titolare rossonero

Come 11 titolare abbiamo scelto la formazione tipo presentata da Pioli: Donnarumma, Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez, Bennacer, Kessiè, Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic, Ibrahimovic. Il valore attuale dell’intera rosa corrisponde a 508.80 milioni di euro, mentre quello dell’11 titolare sopra riportato è pari a 355 milioni di euro.

L’immagine sottostante, nostra elaborazione su dati Transfermarket, mostra come è cambiato il valore di mercato di ogni giocatore dell’11 titolare da inizio stagione ad oggi.

L’unico ad aver diminuito la sua quotazione di mercato è Romagnoli, passando da 36 milioni di euro iniziali agli attuali 30; le prestazioni poco convincenti nelle ultime uscite hanno fatto svalutare il valore di mercato del capitano rossonero, ora insidiato nelle gerarchie dal giovane Tomori.

Donnarumma e Rebic hanno mantenuto inalterata la propria quotazione di inizio stagione. Tutti gli altri titolari hanno invece incrementato la propria quotazione, fatto che testimonia la grande stagione che sta disputando la squadra rossonera.

Tra i calciatori che hanno avuto una crescita più accentuata in termini di valore di mercato ci sono Calabria (+ 150%), Saelemaekers (+ 125%) e Kessiè (+ 85%).

Per quanto riguarda Calabria, l’evidente crescita del valore di mercato è dovuta alle convincenti prestazioni: se nella passata stagione in 25 presenze complessive ha fatto registrare media voto del 5.76 e media fantavoto del 5.80 (1 gol e 1 assist), questa stagione sta facendo registrare media voto del 6.2 e media fantavoto del 6.28 in 25 partite giocate (2 gol e 2 assist).

I numeri di Kessiè giustificano il deciso aumento del suo valore di mercato e sono impressionanti se confrontati con quelli della passata stagione: nel campionato 2019/2020, il centrocampista rossonero ha fatto registrare in 35 partite media voto del 5.8 e media fantavoto del 6.1 (4 gol fatti), mentre per la stagione in corso la media voto è pari 6.46 e la media fantavoto a 7.33 in 27 partite giocate (9 gol e 3 assists).

Anche i giocatori la cui carta d’identità non gioca a favore, come Kjaer e Ibrahimovic, alla luce del ruolo di colonne portanti della squadra, hanno incrementato la propria quotazione da inizio stagione: Kjaer è passato da un valore di mercato di 7 milioni di euro ad un valore attuale di 10 milioni di euro (+ 43%) mentre Ibrahimovic è passato da un valore di mercato di 3.5 milioni di euro ad un valore attuale di 5 milioni di euro (+ 43%).

Nel complesso, l’11 titolare ha incrementato la propria quotazione del 27%, passando dagli iniziali 279.5 milioni di euro agli attuali 355 milioni di euro.

Il Milan sta quindi vivendo una buonissima stagione e questo ci viene confermato anche dal valore del proprio 11 titolare. I margini per un’ulteriore crescita del valore di mercato dei giocatori da qui a fine stagione ci sono tutti, sarà il campo a dirlo.

Sono un ragazzo di 22 anni, laureato in Economia e Management e studente universitario di laurea magistrale in Gestione degli intermediari finanziari. Seguo il mondo del calcio da sempre e sono un grande appassionato di fantacalcio.