Top 5 – Fantastatistiche delle BIG: Situazione tiri, gol e legni scheggiati alla 28a giornata

0

Questa volta ci occupiamo della situazione dei tiri, gol e legni scheggiati alla 28a giornata di Serie A. Quali sono le squadre che impegnano maggiormente i portieri avversari? Quali quelle più precise? Più realizzative e più sfortunate? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

Fantastatistiche BIG: Situazione tiri, gol e legni scheggiati alla 28a giornata

Top 5 – TIRI TOTALI
In questa classifica vengono considerati tutti tiri, quelli nello specchio e quelli fuori.
In media le squadre hanno effettuato 278 tiri totali.
1 – Il Napoli con 404 tiri si aggiudica il primato assoluto in questa classifica. Seguono:
2 – Roma con 365 tiri totali
3 – Fiorentina con 358 tiri totali
4 – Milan con 350 tiri totali
5 – Inter con 329 tiri totali

Top 5 – TIRI IN PORTA
Consideriamo adesso rispetto i tiri nello specchio in assoluto, proviamo così a rispondere alla domanda “quali sono le squadre che impegnano di più i portieri avversari?”.
In media le squadre hanno effettuato 152 tiri in porta.
1 – Napoli con 236 tiri in porta
2 – Milan con 204 tiri in porta
3 – Roma con 197 tiri in porta
4 – Juventus con 194 tiri in porta
5 – Lazio con 190 tiri in porta

Top 5 – PRECISIONE (relativa)
Ora consideriamo la percentuale dei tiri totali che vengono indirizzati in porta.
Tra parentesi riportiamo i dati Tiri totali – Tiri in porta.
In media le squadre hanno raggiunto uno score del 55%.
1 – Juventus con il 62% (314 – 194)
2 – Atalanta con il 61% (279 – 170)
3 – Bologna con il 60% (217 – 130)
4 – Lazio con il 60% (318 – 190)
5 – Napoli con il 58% (404 – 236)

Top 5 – REALIZZAZIONE (relativa)
Prendiamo in esame ancora una volta i tiri in porta. Di questi, quali sono le squadre che hanno la percentuale realizzativa più alta? Tra parentesi i tiri in porta e i gol realizzati.
In media le squadre hanno raggiunto una percentuale del 23%.
1 – Lazio con il 34%  (190 – 64)
2 – Juventus con il 32% (194 – 63)
3 – Udinese con il 30% (125 – 37)
4 – Sampdoria con il 28% (164 – 46)
5 – Napoli con il 26% (236 – 62)

Top 5 – LEGNI SCHEGGIATI (in assoluto)
Dei tiri in porta, quanti si sono infranti sui legni? E soprattutto quanti bonus ci siamo persi?
Tra parentesi la somma dei +3 che mancano all’appello.
In media le squadre hanno colpito 9 legni.
1 – Inter con 15 legni (+45)
2 – Roma con 14 legni (+42)
3 – Juventus con 13 legni (+39)
3 – Lazio con 13 legni (+39)
5 – Napoli con 12 legni (+36)

Top 5 – LEGNI SCHEGGIATI (relativa)
Ma in relazione ai tiri in porta, quali sono le squadre più sfortunate da questo punto di vista? Lo esprimiamo in percentuale e tra parentesi indichiamo tiri e legni colpiti.
In media le squadre hanno raggiunto una percentuale del 6%.
1 – SPAL con il 9% (117 – 11)
2 – Inter con l’8% (187 – 15)
3 – Sassuolo con il 7% (133 – 10)
4 – Genoa con il 7% (111 – 8)
5 – Roma con il 7% (197 – 14)

CONSIDERAZIONI FINALI
Come abbiamo avuto modo di constatare le squadre più prolifiche in termini di tiri totali non sono per forza anche quelle che inquadrano meglio la porta o che hanno una precisione maggiore di altre. Sulla precisione ad esempio, in termini assoluti il dato certo è rappresentato dalle big, se invece diamo uno sguardo in termini relativi troviamo squadre inattese come l’Atalanta e il Bologna. Così come se guardiamo non ai gol totali realizzati ma alle percentuali di realizzazione trovando la Sampdoria e l’Udinese. Poi, per quanto riguarda i pali e le traverse colpite (la sfortuna, secondo alcuni) facendo un raffronto tra valori assoluti e relativi, possono sorgere domande del tipo: ma l’Inter è più sfortunata della SPAL o del Napoli?
Questi dati cosa possono dirci? Siccome è una classifica Top 5 su 20 squadre, ci troviamo in tutti i casi al di sopra della media. Sicuramente i dati confermano il buon andamento delle BIG sotto molti aspetti mentre in alcuni casi qualche squadra della MIDDLE CLASS ci dà qualche segnale positivo (come la precisione di Atalanta e Bologna o la realizzazione di Udinese e Sampdoria). Aspetti che andrebbero approfonditi maggiormente per capire se si trovano nelle rispettive classifiche solo per un calcolo matematico o per un merito da interpretare tra le righe. Ci riserviamo di continuare lo studio per aggiornarvi su questo dato e per approfondire anche il discorso della MIDDLE CLASS in modo da avere situazioni più vicine alla media-squadre che valori in un’unica direzione.

 

CONDIVIDI