Gravina e Spadafora sul futuro del campionato di Serie A

La situazione coronavirus nel nostro Paese continua ad evolversi giorno dopo giorno e anche il mondo del calcio si sta adattando alle nuove misure che vengono adottate dal Governo.

Molte squadre avevano già pianificato di tornare ad allenarsi nei propri centri sportivi ma i contagi di oltre una dozzina di giocatori tra Juventus, Fiorentina, Sampdoria, Atalanta, Verona e Milan hanno fatto saltare i piani di tutti.

Ieri, Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport , ha dichiarato di non essere molto fiducioso sulla ripresa del campionato durante il mese di Maggio. Ma a prescindere, si concluderà a porte chiuse.

Si è espresso anche il presidente della FIGC Gabriele Gravina, ai microfoni di Sky, dicendo che la Federazione ha l’obiettivo di portare a conclusione il campionato sul campo, a costo di terminare a fine Luglio.
I vertici del calcio italiano vogliono assegnare lo scudetto, determinare chi parteciperà alle coppe europee e retrocederà a tutti i costi.