Sospetta positività nel Bologna. Il club sospende allenamento in gruppo

Il Bologna è stato costretto a sospendere l’allenamento in gruppo a causa di una sospetta positività al covid-19 da parte di uno dei membri dello staff di Siniša Mihajlović. È stato lo stesso club a darne la notizia con questo comunicato:

In attesa di ulteriori approfondimenti, la squadra in via precauzionale riprenderà domani gli allenamenti in forma individuale e ad orari differenziati senza uso di locali comuni. Nel caso in cui fosse confermata la positività, il gruppo-squadra sarà isolato in ritiro

Si tratta quindi di una misura precauzionale da parte del club emiliano ma stando all’ultima versione del protocollo approvato dal Comitato Tecnico Scientifico, nel caso in cui la positività di questa persona venga confermata, l’intera squadra rischia di dover sospendere anche gli allenamenti individuali.

Ricordiamo che, per quanto possa essere un durissimo lottatore, Mihajlović è pur sempre reduce dal recente trapianto di midollo osseo, a seguito della leucemia, il che lo rende un soggetto a rischio a causa di una possibile immunodeficienza.