Guida asta fantacalcio 2017: Chievo Verona

0
Guida asta fantacalcio 2017 Chievo Verona
Guida asta fantacalcio 2017 Chievo Verona

Ritorna la Guida asta fantacalcio di ICDF, in questo articolo andiamo ad approfondire il: CHIEVO VERONA.

Guida asta fantacalcio 2017: Chievo Verona

Il Chievo si prepara ad affrontare la sua sedicesima stagione nella massima serie italiana, mantenendo in gran parte l’ossatura degli ultimi anni che ha portato risultati positivi, raggiungendo l’obiettivo salvezza con largo anticipo. Sulla panchina, a dirigere l’orchestra, ci sarà ancora una volta Rolando Maran. Lo schema di gioco, l’ormai rodato 4-3-1-2, con il solito Valter Birsa in posizione di trequartista (ma libero di spaziare), pronto ad ispirare le punte e a costruire gioco. Nonostante l’età media molto avanzata, il Chievo ha dimostrato anche quest’anno una solidità difensiva non indifferente, soprattutto nelle partite casalinghe e soprattutto nel girone d’andata, dove tende a dare il meglio, grazie ad una preparazione estiva che permette ai clivensi di partire in quarta fin dalla prima giornata. Non abbiate paura quindi ad acquistare diversi giocatori giallo-blu all’asta iniziale, se il trend degli ultimi anni si ripeterà (e secondo noi così sarà), arriverete a gennaio/febbraio soddisfatti e con diverse pedine appetibili da poter poi eventualmente scambiare.

Nuovi arrivi Chievo

Sono diversi gli acquisti della società in questa sessione estiva di calciomercato, suddividendoli per ruolo troviamo: Mattia Bani (SCHEDA FANTACALCIO), Pawel Jaroszynski e Michele Rigione per il pacchetto arretrato. Garritano (SCHEDA FANTACALCIO) e Gaudino (SCHEDA FANTACALCIO) per il centrocampo. Pucciarelli (SCHEDA FANTACALCIO) e Rodriguez (SCHEDA FANTACALCIO) a rimpolpare l’attacco. Il più interessante è sicuramente l’ex-Empoli, che dovrebbe giocarsela alla pari con Pellissier, per fare da sparring partner di bomber Inglese. Da tenere d’occhio anche Bani per la difesa, di cui parleremo qua sotto.

La sorpresa

Difficilmente il Chievo di Maran ci sorprenderà, la formazione titolare ai nastri di partenza appare invariata rispetto alla passata stagione. Come però abbiamo potuto notare nel finale di campionato e nelle amichevoli estive, il tecnico è pronto a portare una ventata d’aria fresca nel prossimo periodo, se siete dunque amanti delle scommesse, vi consigliamo di prendere in considerazione due prospetti: Bani per la difesa e Bastien per il centrocampo. Il difensore, classe 93’ proveniente da una buona stagione a Vercelli sta impressionando tutto l’ambiente clivense per le sue doti difensive e per la sua personalità. Le condizioni fisiche precarie dei compagni di reparto inoltre, consentiranno al nuovo arrivato di avere qualche chance in più. Non vi consigliamo l’acquisto in coppia con uno degli altri centrali, per via del turnover costante effettuato, onde evitare di ritrovarsi con due riserve. Per quanto riguarda invece il giovanissimo centrocampista belga, che è riuscito a collezionare ben 12 presenze accompagnate da un gol nella scorsa stagione, ci aspettiamo un impiego sempre più ampio. Partirà inizialmente come prima alternativa a centrocampo, ma dato il suo enorme talento e la fiducia del tecnico nel riuscire ad educarlo anche tatticamente, ci aspettiamo un raddoppio di presenze, di minutaggio e perché no, di bonus pesanti e non.

Consigli fantacalcio Chievo: ruoli e formazione base

Come già scritto in precedenza, il modulo di riferimento anche quest’anno sarà il rodato 4-3-1-2. Tra i pali il titolare sarà ancora una volta il sempreverde Sorrentino (forse alla sua ultima stagione?). E’ consigliato acquistarlo in coppia con Seculin, soprattutto nella seconda parte di stagione.

I terzini titolari saranno ancora una volta Cacciatore e Gobbi, con De Paoli (probabilmente listato centrocampista) e Jaroszynski pronti a farli rifiatare. Se volete occupare un solo slot, prendete Cacciatore. La coppia di centrali ufficiale, dovrebbe essere formata dagli ex-viola, Dainelli e Gamberini, ma l’età avanzata e i continui acciacchi degli ultimi anni hanno ampliato le rotazioni del tecnico. Da prendere in considerazione dunque anche Cesar e il neo-acquisto, Bani. Attualmente Rigione, sembra essere l’ultima alternativa.

A centrocampo, in posizione di centrocampista difensivo centrale, agirà Radovanovic. Ai suoi lati, l’aggressivo Castro e il più conservativo Hetemaj, per cercare di mantenere un giusto equilibrio sia in fase di copertura che in fase di avanzamento. Davanti al terzetto, nel ruolo di trequartista non che faro del sottomarino clivense, la stella della squadra, Valter Birsa. La prima validissima alternativa pronta a scalare le gerarchie del tecnico trentino, si chiama Bastien. Occhio anche a Gaudino che potrebbe ritagliarsi uno spazio importante dopo quanto fatto vedere nelle amichevoli estive. Per quanto riguarda invece i vari: Garritano (che potrebbe essere listato attaccante), Kiyine e Nicola Rigoni, ci aspettiamo dei ruoli da comparsa.

In attacco, con tutta probabilità troveremo Roberto Inglese, pronto a consacrarsi, affiancato a rotazione da uno tra: capitan Pellissier, il neo-acquisto Pucciarelli e Riccardo Meggiorini, che sarà ai box fino novembre inoltrato. Per Rodriguez, acquistato dal Cesena, ci aspettiamo una stagione di ambientamento in A, potrebbe trovare spazio sul finale di campionato, qual’ora rimanesse alla corte di Maran.

Formazione base (4-3-1-2): Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi, Radovanovic, Hetemaj, Castro, Birsa, Pellissier, Inglese.

Formazione Chievo 2017
Formazione Chievo 2017

La rosa

PORTIERI

Sorrentino: portiere solido, dalla buona media voto, schierabile principalmente nelle partite casalinghe. Contro le grandi spesso si esalta, utile per il bonus modificatore. Da prendere in coppia con Seculin, onde evitare di perderlo sul finale di stagione, una volta raggiunto l’obiettivo salvezza.

Seculin: ancora in attesa della grande occasione, non ha dimostrato la giusta sicurezza nelle poche volte chiamato in causa. Da prendere in coppia con Sorrentino, che salvo imprevisti, gli cederà il posto nel finale di stagione.

DIFENSORI

Cacciatore: dopo una splendida annata 2015-2016, nella stagione passata non ha brillato. Siamo sicuri che vorrà riscattarsi e la possibile concorrenza di De Paoli potrebbe aggiungergli stimoli. Capace di grandi galoppate sulla fascia e di buoni inserimenti sui piazzati. Utile come 5°-6° slot in una lega a 8. Occhio al malus frequente.

Dainelli: nutriamo qualche dubbio legato all’età, il tecnico lo vede come titolare, ma la poca affidabilità dimostrata anche nell’ultimo campionato, ci fa pensare che giocherà molto meno di quello che sembra. Girategli al largo, di bonus neanche l’ombra.

Gamberini: sembra aver risolto i problemi fisici e ciò gli permetterà di tornare in pole position per un posto da titolare nella coppia di centrali. Il vizietto del gol non gli è mai passato. Da prendere come 7°-8° slot.

Gobbi: ha rinnovato un altro anno, forse l’ultimo, vorrà chiudere in bellezza, non lasciando rimpianti. Utile come 7°-8° slot, titolarità e media voto sufficiente costante, dovrebbe inoltre fornire qualche assist.

Bani: la sorpresa di questo tour estivo, sicuro, solido e a proprio agio con i compagni, come se giocasse da una vita in giallo-blu. Il suo 1,88m gli permetteranno di essere pericoloso anche su calcio piazzato, fateci un pensierino come scommessa.

Cesar: parte come alternativa alla coppia di centrali, troverà spazio nel corso della stagione visto il turn over effettuato da Maran per il pacchetto difensivo.

Jaroszynski: trova un senso, solo se acquistato in coppia con Gobbi, con cui dividerà la fascia sinistra.

Rigione: possibile stagione di transizione per l’ex-Cesena, potrebbe trovare qualche spazio nel finale di stagione, una volta raggiunto l’obiettivo salvezza.

CENTROCAMPISTI

Birsa: il top player della squadra, dotato di buona visione di gioco e piedi educatissimi. In una lega a 8 può essere tranquillamente considerato un 2° slot, portatore di bonus pesanti e non. Nelle ultime due stagioni ha segnato 13 gol e confezionato 16 assist, si occupa inoltre di tutti i piazzati.

Castro: il miglior incursore dei clivensi, dopo aver respinto le avanches del Torino nella scorsa stagione, è pronto a confermarsi come una delle colonne portanti del Chievo. La propensione al bonus ne fa un prospetto interessante anche in ottica fantacalcio, da prendere come 4°-5° slot.

Hetemaj: il vice capitano dei giallo-blu ha attraversato una stagione difficile, ma quest’anno, risolti i problemi fisici, dovrebbe rientrare nell’11 titolare. Uomo da pochi bonus ma dal rendimento costante. Utile come 7°-8° slot in una lega a 8.

Radovanovic: giocatore utile solo se siete in cerca di un titolare, agire davanti alla difesa è sinonimo di possibili malus. Dal suo approdo al Chievo nel 2013, ha trovato la via della rete una sola volta.

Bastien: il talento non gli manca e il tecnico lo sa, le 12 presenze (con un gol) collezionate a soli 20 anni nella scorsa stagione, in una rosa così esperta, ci fanno ben sperare. Parte come prima alternativa, ma potrebbe scalare le gerarchie. Possibile sorpresa e crack per il futuro.

De Paoli: al 90% verrà listato centrocampista e ciò ne abbasserà l’appetibilità, giocherà prettamente da vice-Cacciatore, avrà poco spazio da mezz’ala. Non è ancora l’anno buono per farci un pensierino.

N. Rigoni: una delle tante alternative a centrocampo, faticherà a trovare spazio, difficile consigliarne l’acquisto anche come ultimo slot in una lega numerosa.

Gaudino: sfortunatamente per lui, parte dietro ad un certo Radovanovic, il pupillo del tecnico. Da prendere in ottica futura, se giocate con le riconferme.

Garritano: potrebbe essere inserito tra gli attaccanti e perderebbe quella poca appetibilità che potrebbe avere da centrocampista, ci aspettiamo una stagione di ambientamento e pochi minuti a disposizione.

Kiyine: aggregato più volte alla prima squadra nella seconda metà del campionato, il giovane marocchino ha collezionato 7 presenze con 64 minuti totali giocati nella scorsa stagione. Il suo ruolo naturale è quello del trequartista, ma con Birsa titolare in quella posizione e il resto della concorrenza, i minuti a disposizione ci saranno solo in primavera, in tutti i sensi.

ATTACCANTI

Inglese: un diamante grezzo in fase di lavorazione, così potremmo definire il bomber dei clivensi, che stagione dopo stagione si è guadagnato un posto nello scacchiere di Maran a suon di gol e prestazioni al servizio della squadra. Il raggiungimento della doppia cifra nell’ultima stagione ci fa pensare che si ripeterà e proverà a toccare quota 15. A nostro avviso, verrà snobbato ingiustamente in fase d’asta, approfittatene e fatelo vostro, in una lega a 8, può essere considerato tranquillamente come un terzo slot, ma potreste pagarlo come un 4°-5°.

Pellissier: il capitano sempreverde anche durante le amichevoli estive ha spesso timbrato il cartellino, l’età avanza, ma lui sembra divertirsi come un ragazzino. 9 gol e rigorista infallibile anche nell’ultima stagione a 38 anni suonati. Il fisico non gli permetterà di giocarle tutte, ma ci aspettiamo ancora una volta un importante contributo anche in fase realizzativa. Come prima alternativa al tridente delle vostre fanta-rose, può essere un’idea. Se preso in coppia con Pucciarelli, avrete un titolare dalla buona media voto assicurato.

Pucciarelli: l’ex-Empoli si candida come prima alternativa alla coppia d’attacco titolare, la sua duttilità tattica permetterà a Maran di provare più soluzioni offensive. Il consiglio che vi diamo è di prenderlo solo in coppia con il capitano, qual’ora aveste bisogno di un titolare low-cost, come dimostrano le sue passate stagioni, non è un attaccante da bonus.

Meggiorini: con molta probabilità lo rivedremo a pieno regime solo dalla seconda metà del campionato, saprà ritagliarsi comunque il suo spazio, ma come ben sappiamo il bonus non è mai stato nelle sue corde. Idolo dei tifosi, ma non dei suoi fanta-allenatori. In leghe numerose, scommettere su di lui come sesto slot, può essere un’idea.

Rodriguez: ancora non sappiamo se rimarrà in rosa o se verrà mandato in prestito, ma qual’ora rimanesse, è considerato come ultima alternativa ad un reparto abbastanza folto. Sconsigliato.

Vignato: l’italo-brasiliano classe 2000, ha dimostrato di avere un enorme talento, tanto da riuscire a debuttare nella scorsa stagione nelle ultime due di campionato. Per il prossimo anno giocherà per lo più in primavera, ma tenetelo d’occhio in ottica futura.

Leris: 9 reti e 4 assist nelle 23 presenze con la primavera nella scorsa stagione passata alla Juventus. Rientra alla base, ma proseguirà la sua crescita tra gli under. Altro prospetto interessante della cantera clivense.

Nome Giocatore
Ruolo
Voto ICDF
Classic Mantra
Sorrentino P Por 68
Seculin P Por 50
Cacciatore D Dd;Ds;E 65
Gobbi D Ds;E 63
Bani D Dc 60
Dainelli D Dc 60
Gamberini D Dc 60
Cesar D Dc 55
Frey D Dd;Ds;E 50
Jaroszynski D Ds;E 50
Rigione D Dc 50
Birsa C T 75
Castro C C;T 68
Hetemaj C E;M 62
Radovanovic C M;C 60
Bastien C C 59
Gaudino C M;C 58
Garritano C C;W;T 55
Rigoni N. C M;C 55
De Paoli C Dd;E;M 50
Kiyine C 40
Inglese A Pc 72
Pucciarelli A A 68
Pellissier A Pc 62
Meggiorini A A 60
Rodriguez A. A Pc 55
Leris A 40
Vignato A 40
CONDIVIDI