Donadoni carica i rossoneri: “Questo Milan è da scudetto”

L’ex giocatore del Milan, Roberto Donadoni, ha commentato i nuovi acquisti dei rossoneri sostenendo come la rosa sia migliorata dallo scorso anno.

Donadoni
L’ex c.t. preannuncia un campionato molto equilibrato

In una lunga intervista l’allenatore ed ex giocatore del Milan Roberto Donadoni ha commentato la campagna acquisti effettuata dai dirigenti rossoneri. Non solo, l’ex c.t. ha ammesso come la squadra avrebbe serie possibilità di lottare per lo scudetto quest’anno.

Nello specifico l’uomo avrebbe risposto come vede molte grandi squadre che allo stato attuale sembrano equivalersi. Il campionato appena iniziato, quindi, si preannuncia incerto e ogni squadra potrà giocarsi le proprie carte. Non solo, secondo Donadoni le altre squadre che han cambiato molto, a partire dal tecnico, ci metteranno sicuramente più tempo a trovare la giusta coesione mentre il Milan ha la solida base della scorsa stagione.

Discorso diverso per la Champions League dove passare il girone non sarà per nulla semplice. Come confermato dall’ex centrocampista però saranno queste le gare a far crescere i più giovani della rosa. Donadoni, inoltre, parlando del mercato in uscita ha ribadito come i giocatori siano stati sostituiti adeguatamente.

L’allenatore non vede possibile una convivenza tra Ibrahimovic e Giroud

Nonostante Donnarumma per il tecnico sia uno dei 4 portieri più forti al mondo, Maignan al momento non sta deludendo le attese, anzi. Discorso simile per Calhanoglu, passato all’altra sponda di Milano. Il turco, infatti, secondo l’allenatore darebbe il meglio di se nella prima parte di stagione per poi perdere di intensità.

Anche l’ultimo arrivato Messias potrebbe fare molto bene al Milan anche se potrebbe risentire del salto in un grande club essendo arrivato dal più modesto Crotone. Non sarà semplice, invece, la convivenza fra Giroud ed Ibrahimovic secondo l’ex bandiera rossonera. I due, infatti, sono entrambi attaccanti di peso e salvo situazioni di svantaggio difficilmente li vedremo in campo insieme.