Qualificazioni Mondiale, Ronaldo ribalta l’Irlanda dopo un rigore fallito

La Bosnia di Dzeko riesce a strappare un pareggio ai campioni del mondo in questa 4a giornata di qualificazione al mondiale in Qatar.

mondiale
Diverse sorprese in questa 4a giornata di qualificazione al Mondiale in Qatar

Ieri sera, 1 settembre, è andato in scena il quarto turno delle qualificazioni al Mondiale di Qatar 2022. In campo, inoltre, si sono visti tantissimi volti noti della nostra Serie A, 19 in totale. Ad aver impressionato maggiormente in giro per l’Europa sono stati i giocatori nerazzurri di Inter ed Atalanta.

Sono state diverse anche le sorprese arrivate dai campi come il pareggio fra la Bosnia e la Francia. A fare la differenza e a mettere i bastoni fra le ruote ai campioni del mondo in carica è stato soprattutto Edin Dzeko, autore della rete dell’1-1 finale. L’altra sorpresa della giornata è il pareggio per 2-2 fra Montenegro e Turchia con quest’ultimi che si sono fatti recuperare un doppio vantaggio a tempo già scaduto.

Andiamo per ordine parlando del gruppo A. Qui c’è stato forse l’incontro più emozionante della serata con protagonista indiscusso Cristiano Ronaldo. Il neo acquisto del Manchester United, infatti, si è mostrato parecchio nervoso schiaffeggiando un giocatore dell’Irlanda e fallendo persino un calcio di rigore. Successivamente però il fuoriclasse sale in cattedra e con una doppietta all’ultimo minuto stende gli avversari conservando così il primato in classifica del Portogallo.

Ad approfittare del passo falso dell’Irlanda ci ha pensato il Lussemburgo che si è portato ad un solo punto dalla Serbia con la vittoria per 2-1 sull’Azerbaijan. A regalare la vittoria ai leoni rossi sono state le reti di Pinto e Rodrigues su calcio di rigore. Per gli ospiti, invece, il goal è stato firmato da Makhmudov.

Il big match della serata, come preannunciato, è stato Francia- Bosnia. Qui i padroni di casa, nonostante la rosa condita di stelle, non sono riusciti a trionfare contro la formazione guidata da Dzeko e Pjanic. Ad aver messo in difficoltà i galletti è stata soprattutto l’espulsione arrivata per Koundè che ha lasciato la sua squadra in 10 uomini per quasi tutto il secondo tempo.

La prima rete della gara è stata firmata da una splendida conclusione di Dzeko che ha portato avanti i suoi. I festeggiamenti per i bosniaci durano solo 4 minuti però, dopo un palo colpito da Mbappè, infatti, ci pensa Griezmann a ribadire in rete la sfera. Spettacolo anche nell’altra gara del girone D con il Kazakistan che ferma l’Ucraina sul 2 a 2. Ad acciuffare i gialloblu, passati per due volte in vantaggio, è stata una rete di Valiullin al 96′.

A segno diversi giocatori della Serie A fra cui Arnautovic e Marusic

Continua l’ottimo periodo di forma della Danimarca dopo la grande prestazione fornita all’Europeo. Con la vittoria sulla Scozia, infatti, i danesi fanno 4 su 4 nel proprio girone confermandosi a punteggio pieno. A mettersi in mostra nel match sono stati due giocatori della nostra Serie A, Maehle dell’Atalanta e Damsgaard della Sampdoria, i quali hanno confezionato la rete del 2-0.

Vittoria rotonda anche per l’Israele che strapazza le Isole Far Oer per 4-0 con una tripletta di Zahavi e un gol di Dabbur. Chiude il girone la vittoria per 2-0 dell’Austria contro la Moldavia. A siglare la rete della sicurezza, in questo caso, è stato il nuovo acquisto del Bologna, Arnautovic.

Grandi emozioni anche nel girone G con il rocambolesco pareggio tra Turchia e Montenegro. I padroni di casa, avanti con le reti dell’ex Roma Under e Yazici, infatti, si sono fatti raggiungere da Marusic e da Radunovic all’ultimo respiro. Ad Oslo, invece, il fuoriclasse del Dortmund Haaland ha sfidato gli orange dell’Olanda. A rispondere all’attaccante norvegese, andato in rete al 20° del primo tempo, ci ha pensato Klassen per il definitivo 1-1. A chiudere la 4a giornata di qualificazione al mondiale il successo per 3-1 della Lettonia su Gibilterra.