Juventus, come giocheranno i bianconeri senza Dybala e Morata: tutte le alternative

Dybala e Morata sono stati costretti ad uscire per infortunio durante l’ultimo turno di campionato.

Dybala Morata
L’argentino ha lasciato il terreno di gioco in lacrime

Nonostante la vittoria arrivata per 3-2 contro la Sampdoria, per la Juventus non è stata una domenica positiva al 100%. Nel corso del match Massimiliano Allegri, infatti, ha visto uscire dal campo per infortunio due dei suoi top player: Paulo Dybala e Alvaro Morata.

Una preoccupazione, quella del mister, condivisa anche con molti fantallenatori i quali avevano puntato su i due bianconeri. Già al termine della partita, durante la conferenza stampa, l’ex tecnico del Milan ha confermato come i due giocatori non saranno disponibili per l’impegno in Champions League contro il Chelsea e per il derby con il Torino.

Con tutta probabilità, quindi, gli attaccanti rientreranno dopo la sosta ma la domanda che attanaglia i fantallenatori ed i tifosi della Juventus è un altra: chi giocherà in attacco nelle prossime due partite? Le soluzioni per Allegri, infondo, non sono così tante. Al momento l’idea è quella che a rimpiazzare l’argentino sarà Kulusevski mentre Kean prenderà il posto di Morata.

Allegri potrebbe sorprendere tutti passando ad un 4-3-3

Oltre ad essere i naturali sostituti, quest’ultimi non si discostano molto dal modo di giocare dei due titolari non dovendo, di conseguenza, stravolgere la formazione. L’unica altra alternativa offensiva per la Juventus sarebbe quello di inserire Chiesa come seconda punta. Più difficile, invece, che Allegri cambi schema e passi ad un 4-3-3 con Kean o Kulusevski come falso nove e Bernardeschi e Cuadrado a ricoprire il ruolo di ali.

Un imprevisto che arriva in un periodo terribile per la Juventus dato che Dybala è stato uno dei migliori in questa prima parte di stagione, nonché l’artefice della rete dell’1-0 contro i blucerchiati. Resta, infine, da capire l’entità dell’infortunio ma vedere uscire il numero 10 juventino dal campo in lacrime ha fatto decisamente preoccupare i suoi tifosi.