Roma – Inter: le pagelle

0
Tifosi Inter @ Getty Images
Tifosi Inter @ Getty Images

Roma 2 -1 Inter

Roma

Szczesny 5,5: troppe indecisioni condizionano la sua partita negativamente;

Peres 6,5: spinge con continuità e qualità sulla fascia, attento in difesa;

Fazio 6: se la cava grazie al fisico nelle condizioni più difficili;

Manolas 6,5: decisivo in attacco ed attento in difesa con qualche incertezza nelle chiusure;

Juan Jesus 5 : soffre tutta la partita le accelerazioni di Candreva;

De Rossi 5,5: bravo in fase d’interdizione, sbaglia in occasione del goal di Banega e fatica ad avviare l’azione;

Strootman 6: gioca tanti palloni dando ritmo ed equilibrio alla squadra;

Salah 7: sulla fascia fa quello che vuole mandando in tilt Juan Jesus; (Dal 70′ El Shaarawy 6: qualche buon spunto nel tempo a disposizione);

Perotti 5,5: gioca fra le linee ma non trova quasi mai la giocata decisiva; (dal 79′ Paredes s.v.);

Florenzi 6,5: spinge, ripiega, raddoppia e copre, partita di gran sacrificio; (dall’89’ Nainggolan s.v.);

Dzeko 7: segna il primo goal della partita, fà reparto da solo aprendo spazi ai compagni e facendo respirare la difesa.

Inter

Handanovic 6,5: incolpevole sui goal, decisivo in altre circostanze;

Ansaldi 6: buona partita al rientro in campo dopo l’infortunio, preciso nelle diagonali e propositivo in avanti; (dal 60′ Nagatomo 5,5: non entra bene in gara ma gli si concede l’attenuante che in quel momento la squadra traballa).

Miranda 6,5: abile in marcatura e bravo nell’avviare l’azione con tranquillità;

Murillo 5: soffre per tutta la partita la presenza di Dzeko;

Santon 5,5: non prende le misure a Salah che lo mette spesso in difficoltà, meglio nella ripresa;

Medel 6: solita diga a centrocampo, ma paga in qualità e la manovra neorazzura ne risente;

Joao Mario 6: non al top e si vede, ma la sua si sente comunque; (dal 59′ Gnoukouri 5,5: poco incisivo e determinato nelle giocate);

Candreva 6: parte bene si spegne alla distanza; (dal 69′ Jovetic 5,5: non riesce a trovare la posizione giusta per rendersi pericoloso);

Banega 6,5: giocatore più pericoloso ed ispirato dei suoi, presente in tutte le occasioni crete dai neroazzuri;

Perisic 5,5: discontinuo e poco cercato dai compagni non riesce a trovare lo spunto per fare male alla difesa avversaria;

Icardi 5,5: isolato dalla manovra e poco reattivo sotto porta, riesce ad entrare nell’azione del goal.

CONDIVIDI